Home»News»Botta e risposta a guida autonoma: intesa Volvo con Uber per 24.000 auto

Botta e risposta a guida autonoma: intesa Volvo con Uber per 24.000 auto

0
Condivisi
Pinterest Google+

Botta e risposta a guida autonoma: intesa Volvo con Uber per 24.000 auto

Botta e risposta intercontinentale sulle auto senza pilota: Volvo “replica” a FCA e Uber a Waymo. Il costruttore svedese di proprietà cinese (Geely) ha reso noto di essersi impegnata “a fornire a Uber decine di migliaia di vetture compatibili con la tecnologia di guida autonoma”.

Guida autonoma Volvo sulla stessa piattaforma

Più nel dettaglio, si parla di 24.000 auto fra il 2019 ed il 2021. Volvo e e la società specializzata in servizi di ride sharing hanno sottoscritto un accordo quadro. L’operazione è importante per la casa svedese non soltanto per ragioni puramente commerciali. In una nota, Volvo ha chiarito di voler impiegare “lo stesso veicolo base per sviluppare la propria strategia relativa alle auto con guida autonoma”.

Nel 2021 prima “svedese” senza pilota

All’inizio dell’anno, al Salone di Detroit, il costruttore aveva illustrato più nel dettaglio la propria strategia Drive Me che condurrà alla realizzazione delle auto senza pilota. Per lo sviluppo e l’analisi di Drive Me vengono utilizzate delle XC90. Volvo prevede di lanciare nel 2021 la prima macchina a guida completamente autonoma. I veicoli base verranno sviluppati sulla nuova Architettura di Prodotto Scalabile (SPA), attualmente impiegata per i modelli della serie 90 e per XC60. L’intesa non prevede alcuna esclusiva e consolida l’accordo dell’agosto del 2016.

 

Nel botta e riposta, i numeri sembrano decisamente favorevoli a Volvo. “Puntiamo a diventare il fornitore preferenziale delle aziende erogatrici di servizi di ride sharing con veicoli AD in tutto il mondo”, ha sintetizzato Håkan Samuelsson, presidente e Ceo di Volvo. Uber già impiega i suv di taglia grande XC90. “Questo nuovo accordo ci fa progredire verso il traguardo di una produzione su larga scala di veicoli con guida autonoma”, ha dichiarato Jeff Miller, Responsabile Alleanze Automobilistiche di Uber.

Articoli precedente

L'incubo dei conti per la fabbrica dei sogni: Tesla perde 480.000 dollari l'ora

Articolo successivo

Volvo XC40: al via la produzione della suv svedese