Home»News»Il D-Day di Seat: nasce marchio Cupra. Ateca primo modello della gamma

Il D-Day di Seat: nasce marchio Cupra. Ateca primo modello della gamma

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il D-Day di Seat: nasce marchio Cupra. Ateca primo modello della gamma

Luca de Meo ha assicurato di non averci messo molto a convincere i vertici di Volkswagen Group della validità del progetto Cupra. Cioè il nuovo marchio di Seat per la gamma ad alta prestazioni. Del resto il Ceo del costruttore spagnolo aveva già rilanciato Abarth quando era in Fiat.

Logo con la “doppia C” in color rame

Adesso, con Cupra (acronimo di Cup Racing), la divisione sportiva di Seat, la sfida è diversa: il brand è completamente nuovo. E, garantisce de Meo, offre una grande flessibilità. Cupra svilupperà una gamma basandosi sui modelli Seat, solo che avranno prestazioni più importanti. Si distingueranno anche dal punto di vista estetico e non soltanto per il logo a “doppia C” che subentra alla classica “S” nel frontale con una griglia dal disegno a nido d’ape.

 

Cupra Ateca 4Drive con TSI da 300 CV e filtro antiparticolato

Il suv Cupra Ateca è la prima auto con il nuovo marchio. Sarà a trazione integrale e disporrà del turbo benzina da 2.0 litri da 300 CV di potenza con filtro antiparticolato e quattro scarichi. Attorno al marchio fiorirà anche una serie di iniziative: dai corsi di guida all’assistenza personalizzata fino al merchandising. Il marchio, che otterrà anche una nuova e più prestigiosa sede, probabilmente nel 2020, avrà anche collaborazioni importanti, come con la Dainese. Probabilmente il prezzo di vendita includerà servizi ed una garanzia accessoria più estesa. Alla Cupra Ateca, che dovrebbe costare almeno il 70% in meno rispetto ad un suv con prestazioni e dotazioni simili, seguiranno la Cupra Arona e la Ibiza Arona.

 

Pronta la Cupra TCR da corsa. In arrivo un suv coupè

 

È già pronta la declinazione da corsa, la Cupra TCR 2018. A Ginevra verranno anticipate altre ipotesi. Nei prossimi anni debutteranno anche tre nuovi modelli, fra i quali anche uno che assomiglia parecchio al suv coupé che avevano anticipato nei giorni scorsi. I modelli Cupra avranno anche declinazioni a propulsione alternativa. Anzi: probabilmente i sistemi ibridi, ibridi plug-in ed elettrici verranno lanciati con Cupra, con prestazioni più significative, e poi offerti su Seat.

 

 

Conquistare nuovi clienti e raddoppiare i volumi

Il marchio, presentato sul vecchio circuito di Formula 1 di Terramar, poco lontano da Barcellona, punta a volumi annui attorno alle 20.000 unità. Vuole andare alla conquista di nuovi clienti: l’obiettivo è di strapparne fino all’80%. “Il progetto è la concretizzazione del sogno di un gruppo di persone alla ricerca di un modo per conquistare un nuovo target di appassionati di motori”, ha sintetizzato de Meo.

 

 

Articoli precedente

Opel Insignia GSi: sportiva sì, ma senza troppi eccessi

Articolo successivo

Huawei e lo smartphone che guida una Porsche Panamera