Home»News»Decibelgate, tv pubblica tedesca scova i furbetti delle emissioni acustiche

Decibelgate, tv pubblica tedesca scova i furbetti delle emissioni acustiche

0
Condivisi
Pinterest Google+

Dal diselgate al possibile decibelgate. La redazione di PlusMinus, una rubrica di approfondimento della prima rete pubblica, la ARD, ha raccolto dati e denunce. Il canone è caro, ma i giornalisti fanno i giornalisti.

Presunto decibelgate per auto e moto

Una segnalazione alla KBA, l’Uffico federale dei trasporti, sull’eccesso di emissioni sonore è stato inoltrata da Dieter Schäfer, responsabile della Polizia Stradale di Mannheim. L’uomo ha informato delle emissioni oltre i limiti da parte di alcuni veicoli. Il dirigente sollecita una verifica delle omologazione per i veicoli di serie e la corrispondenza dei dati nei test e nel traffico reale. Le sospette violazioni non riguardano solo le auto, ma anche le moto. Secondo l’associazione ambientalista Bund, su alcune motociclette un software riconoscerebbe se i veicoli vengono sottoposti a test sui rulli. In questo caso scatterrebbe un sistema per limitare le emissioni. L’ente ha individuato analogie con il dieselgate: si scatenerà anche il decibelgate? Non sono stati forniti né modelli, né marchi.

Emissioni sonore tarate sui 50 km/h

In questo presunto decibelgate, i costruttori fanno in modo che le emissioni rientrino nei limiti solo ad una velocità di 50 km/h. Si tratta di un’andatura che “copre” i centri abitati, dove spesso non si possono superare nemmeno i 30 km/h. La redazione di Plusminus avrebbe rilevato forti discrepanze fra i valori ufficiali e quelli misurati nel ciclo reale. Oltre i 50 all’ora le emissioni acustiche di alcuni modelli sono sensibilmente superiori. Secondo Plusminus i veicoli sarebbero stati “consapevolmente costruiti così”.

Articoli precedente

Renault Megane Grand Coupé: al volante del 1.6 da 131 cv

Articolo successivo

Subaru Impreza atto quinto: appuntamento a Francoforte