Home»Auto sportive»Ferrari Portofino: prima uscita a Francoforte per l’erede della California

Ferrari Portofino: prima uscita a Francoforte per l’erede della California

0
Condivisi
Pinterest Google+

Verrà svelata al prossimo Salone di Francoforte la nuova Ferrari Portofino. La due volumi fast-back realizzata dal Ferrari Design Centre si presenta come una 2+2 con tetto rigido retrattile movimentabile anche alle basse velocità, un baule capiente e due  – appunto – posti in seconda fila. Prende il posto della California, la piccola di gamma: il telaio però è completamente nuovo e, se assicura maggior rigidezza torsionale, garantisce al contempo una riduzione significativa di peso rispetto al modello che l’ha preceduta.

Motore esagerato da 600 CV

Il V8 turbo Ferrari da 600 cv propone 40 CV in più rispetto a quello della California T e uno zero-cento in 3,5 secondi. La lancetta del tachimetro supererà invece i 320 orari. Numeri impressionanti, che derivano dalla grande attenzione che gli ingegneri hanno dedicato a questo motore: l’impianto di aspirazione è stato ridisegnato, così come la geometria di tutta la linea di scarico. Il propulsore emette un suono ancora più caratteristico, mentre il nuovo collettore di scarico monofuso riesce a ridurre le perdite di carico, incrementando la prontezza di risposta con zero turbo lag. Tutto questo, abbinato al Variable Boost Management che eroga la coppia in funzione del rapporto della marcia innestata, permette alla Ferrari Portofino di aumentare le accelerazioni in tutte le marce ottimizzando i consumi.

Tecnologia avanzata

Adottato per la prima volta su questa tipologia di Ferrari il differenziale posteriore elettronico di terza generazione integrato con il F1-Trac, che migliora sia il grip meccanico che il controllo della vettura nelle situazioni limite. Grazie all’EPS (Electric Power Steering) è stato possibile ridurre il rapporto dello sterzo del 7% per una risposta più diretta. Le sospensioni magnetoreologiche dotate della tecnologia “dual-coil” comprimono poi il valore di rollio migliorando l’assorbimento delle asperità stradali.

Cattiva ma ultraconfortevole

Al’interno sistema di infotainment con schermo touch screen da 10,2”, nuovo climatizzatore ottimizzato per la configurazione a tetto aperto e chiuso, passenger display e sedili a 18 regolazioni con nuovo design dello schienale che libera spazio per le gambe dei passeggeri posteriori. Nuovo anche il wind deflector che riduce del 30% il flusso d’aria all’interno dell’abitacolo e previene la rumorosità aerodinamica interna, per un comfort ottimale nella guida all’aria aperta. Prezzo ancora non definito, ma stimato sotto i 200.000 euro.

Articoli precedente

Maserati Ghibli GranLusso: debutta in Cina e diventa più ricca

Articolo successivo

Terrakhana: il nuovo spettacolare video di Ken Block