Home»News»Ford Smart Jacket, la giacca che aiuta i ciclisti a orientarsi in città

Ford Smart Jacket, la giacca che aiuta i ciclisti a orientarsi in città

0
Condivisi
Pinterest Google+

Smart Jacket: interessante proposta by Ford per i ciclisti

Muoversi su due ruote su strade trafficate non è il massimo della vita. I ciclisti che distolgono lo sguardo per dare un’occhiata alle app di navigazione, inoltre, possono incorrere in molti rischi. A tal proposito, un gruppo di dipendenti Ford, appassionati di ciclismo, ha creato un esclusivo dispositivo indossabile. Consente ai ciclisti di orientarsi più facilmente e di mostrare più chiaramente la loro presenza agli altri utenti della strada.

Il concept Smart Jacket presenta maniche che s’illuminano per mostrare quando, chi le indossa, decide di girare a destra o a sinistra. Collegata in wireless a uno smartphone, l’app per la navigazione dedicata alle biciclette fa vibrare la manica corrispondente alla direzione che i ciclisti devono seguire per evitare strade trafficate e incroci. In questo modo, non è necessario distogliere gli occhi dalla strada o le mani dal manubrio per consultare uno schermo. Sensori sonori e aptici consentono di ricevere chiamate, messaggi e riascoltare la guida per la navigazione. Integrata nella giacca, vi è, inoltre, anche una luce lampeggiante per segnalare l’arresto.

L’appassionato team che ha sviluppato Smart Jacket, l’ha sperimentata durante i percorsi giornalieri casa-ufficio, presso gli uffici del Ford Smart Mobility Innovation a Londra. La sfida non si riferisce solo all’ultima tappa di un pendolarismo personale, ma è volta anche ad agevolare gli spostamenti delle forniture di beni e servizi, in contesti urbani con picchi di traffico molto elevati e congestionati. Quest’ultimo aspetto è generalmente associato a costi più elevati e a una maggiore complessità di realizzazione. Per ora, Smart Jacket rimarrà un prototipo. Tuttavia, Ford è in procinto di assicurare il brevetto che potrebbe, in futuro, essere ulteriormente sviluppato o concesso in licenza ad altri, insieme all’app e alknow-how associati.

 

Articoli precedente

Hyundai i20: protagonista della nuova puntata in TV

Articolo successivo

Dieselgate: arrestato Stadler, Ceo di Audi. Ad interim gli succede Schot