Home»News»Bird e DS Virgin volano a New York, due trionfi e due pole in Formula E

Bird e DS Virgin volano a New York, due trionfi e due pole in Formula E

0
Condivisi
Pinterest Google+

NEW YORK – Due successi, due pole. Il primo fine settimana a New York della Formula E non poteva andare meglio per la scuderia DS Virgin. Dopo aver solo sfiorato il primo successo stagionale a Parigi con Josè Maria Lopez, nella Grande Mela ha trionfato due volte con Sam Bird. Non solo: l’esordiente riserva Alex Lynn, schierato al posto dell’argentino impegnato nel WEC, aveva conquistato ieri la pole, imitato oggi da Bird.

Cinque vittorie in Formula E

Il 30enne che gareggia anche con la AF Corse (Ferrari) nel WEC ha dominato le due gare e conquistato le vittorie numero quattro e cinque in carriera nella Formula E. In entrambe gli ePrix si è tenuto alle spalle due piloti dello steso team. Sabato lo avevano inutilmente rincorso Jean-Eric Vergne e Stéphane Sarrazin della squadra cinese Techeetah, mentre oggi lo hanno “francobollato” Felix Ronsenqvist e Nick Heidfeld della Mahindra. Lo svedese aveva anche superato Bird in partenza, che ha poi riguadagnato la testa della corsa senza più lasciarla.

Solo 22 punti per di Grassi

L’attenzione era però tutta su Lucas di Grassi, il pilota dell’ABT Schaeffler Audi Sport. Il brasiliano doveva approfittare dell’assenza del leader Sébastien Buemi (Renault e.Dams) per avvicinarlo o addirittura scavalcarlo nella classifica piloti della Formula E. Aveva a disposizione 59 punti per recuperare 32 lunghezze. Di Grassi ha guadagnato “solo” 22 punti: quarto sabato e quinto oggi.

Ultimi ePrix a Montreal

A fine mese a Montreal si disputano gli ePrix conclusivi e lo svizzero resta il grande favorito per il successo: il brasiliano è riuscito a restargli davanti solo due volte in questo campionato. Oggi, poi, di Grassi è stato preceduto anche dall’esordiente Pierre Gasly, che si è classificato quarto. Grazie ai suoi punti ed a quelli di Nicolas Prost (30 nel week end contro i 23 del team Abt Schaeffler Audi Sport), la scuderia francese ha virtualmente conquistato di nuovo il titolo costruttori: a due gare dalla fine ha 65 punti di margine quando, nella più stratosferica delle ipotesi, ne sono in palio 97 (due vittorie, due secondi posti, due pole e due giri veloci).

Articoli precedente

Hyundai i30 si fa in quattro: presentate le varianti "N" e Fastback

Articolo successivo

Saldi di mezza estate: sconti fino al 30% su 4 auto Fiat e Lancia Ypsilon