Home»News»Germania, mercato cresce del 3,5%, diesel crolla, bene DS e Alfa Romeo

Germania, mercato cresce del 3,5%, diesel crolla, bene DS e Alfa Romeo

0
Condivisi
Pinterest Google+

Germania, mercato cresce del 3,5%, diesel crolla, bene DS e Alfa Romeo

In agosto in Germania sono state immatricolate 253.679 auto nuove, il 3,5% in più rispetto allo stesso mese del 2016 con Alfa Romeo e DS grandi protagoniste. Il mercato è stato sostenuto dalle vetture ad alimentazione alternativa, mentre la quota del diesel ha perso ulteriormente terreno. Da gennaio in poi sono state targate 2,324 milioni di unità, pari ad una crescita del 2,9%.

Immatricolazioni a gasolio sotto il 38%

In agosto in Germania sono state commercializzate 2.177 auto elettriche (+143%) e 2.617 ibride plug-in (+213%). L’acquisto di entrambe le tipologie di veicoli è incentivata con bonus rispettivamente di 4.000 e 3.000 euro. La quota privati è salita del 6% raggiungendo il 39%. Le immatricolazioni di vetture a gasolio è scesa di quasi il 14% sotto il 38%. Le emissioni medie di CO2 sono rimaste invariate rispetto al 2016: 128,2 g/km. Il marchio Volkswagen continua ad essere il più venduto, ma perde ancora terreno e, lo scorso mese, ha contabilizzato una penetrazione del 17,2% con una flessione vicina all’11%. Dall’inizio dell’anno sono in negativo anche altri due marchi tedeschi: Bmw e Audi.

> Potrebbe interessarti: la guida a tutte le novità del Salone di Francoforte

DS sale del 97,5%, Alfa Romeo del 66%

Dopo diversi mesi in calo, DS ha finalmente invertito la rotta ed in agosto è stato il brand cresciuto di più: +97,5% (-22% da inizio anno). Alfa Romeo ha confermato il trend positivo con 502 immatricolazioni (+66%), 4.359 da gennaio. Nei primi otto mesi, solo Tesla (+119%) ha fatto meglio del Biscione (quasi il 68% in più). Fiat resta positiva nell’aggregato da gennaio in poi (+17%), ma in agosto ha ceduto il 5,4%. A Jeep è andata anche peggio: -39% in agosto (nessuno ha perso di più) e -11% nell’anno. Il secondo marchio più venduto in Germania è Mercedes con il 10,5% di quota. Il primo marchio estero è Ford con il 6,5% seguito da Skoda con il 5,8%.

Articoli precedente

Bugatti sarà affidata a Winkelmann, il manager della rinascita di Lamborghini

Articolo successivo

Alcraft GT, la futuristica Gran Turismo elettrica da 600 CV