Home»News»Jeep, Dacia, Citroen e kilometrizero protagoniste in Italia del mercato

Jeep, Dacia, Citroen e kilometrizero protagoniste in Italia del mercato

0
Condivisi
Pinterest Google+

Jeep, Dacia, Citroen e kilometrizero protagoniste in Italia del mercato

Con oltre 156.000 immatricolazioni, in Italia il mercato dell’auto nuova è cresciuto di un altro 6,8%. Da inizio anno i volumi sono aumentati dell’8,7% sfiorando quota 1,850 milioni. Anche se in calo rispetto al 2016 (59%), la quota delle macchine diesel è salita dal 55,1% di ottobre al 56% di novembre.

In Italia Autoimmatricolazioni schizzate del 51%

Mentre la quota delle auto a benzina è scesa al 30,4%, continua ad andare bene il segmento delle elettrificate. In Italia, lo scorso mese, la quota di mercato di questi modelli è stata del 4,4%: un anno fa era del 2,5%. La penetrazione dei modelli bifuel a GPL è arrivata al 7,1%, quella delle auto a metano è salita al 2,1%. Federauto sottolinea il pauroso incremento delle autoimmatricolazioni: secondo DataForce sono lievitate di oltre il 51%. “Ancora una volta registriamo che sono le kilometrizero a determinare la performance positiva”, ha ammonito il presidente Filippo Pavan Bernacchi.

FCA cede il 5,6%, ma Jeep e Alfa Romeo vanno bene

L’associazione dei concessionari ha ricordato che “l’incremento del mercato italiano dell’auto si regge soprattutto sulle kilometrizero”. Come in ottobre, FCA ha perso terreno, anche se resta da capire se la flessione (più accentuata) sia da attribuire anche a strategie sulle kilometrizero. Il gruppo italo americano ha ceduto il 5,16% con Fiat e Lancia in calo: -13,% e -10,6%. Al contrario, continuano ad andare bene Alfa Romeo (+21,5%) e Jeep (+49%). Il marchio delle Sette Feritoie ha raggiunto nel mese il 3,4% di quota, la più alta di sempre in Italia. Da inizio FCA è positiva (+7%), anche se cresce meno della media.

Il gruppo italo americano lancia il “Bonus Impresa”

Per sostenere le vendite, il gruppo ha annunciato per dicembre il “Bonus impresa”. Per la promozione, FCA ha stanziato 10 milioni di euro per incentivare l’acquisto di vetture come strumento di lavoro. Novembre è stato contrassegnato dagli exploit di Dacia e Citroen, entrambe cresciute di poco meno del 43%. Poi ci sono altri tre brand i cui volumi sono cresciuti di oltre il 30%: Suzuki (che continua ad essere quello che ha guadagnato di più nel 2017), Smart e Skoda.

Nella Top 10 Panda è sempre regina. Golf terza in novembre

Alcuni marchi hanno dovuto fare i conti con contrazioni dei volumi superiori al 10%: Jaguar, Porsche, Ssangyong, Subaru ed anche Seat. Nella top 10 delle auto più vendute Fiat Panda è sempre la regina indiscussa: 10.700 unità nel mese e quasi 137.000 da inizio anno. In novembre è seguita da Lancia Ypsilon e dalla ritrovata VW Golf. L’effetto Jeep si vede con Renegade, che rientra nella graduatoria, al settimo posto. Nel 2017, dietro Panda e Ypsilon ci sono 500 e Tipo. Poi il primo modello straniero, la Renault Clio.

Articoli precedente

La Formula E riparte da Hong Kong con un doppio ePrix. L'Italia con Filippi

Articolo successivo

Formula E, Sam Bird e DS Virgin trionfano nel primo ePrix di Hong Kong