Home»News»Kia Forte, la terza generazione è più sportiva per piacere agli americani

Kia Forte, la terza generazione è più sportiva per piacere agli americani

0
Condivisi
Pinterest Google+

Kia Forte, la terza generazione è più sportiva per piacere agli americani

La terza generazione della Kia Forte, in qualche modo imparentata con quella che in Europa è Cee’d (erede della Cerato), debutta al Salone di Detroit 2018. Circa le motorizzazioni il costruttore coreano non ha anticipato dettagli tecnici, per i quali ci sarà da pazientare ancora. Al Sema del 2015 era stato visto un concept decisamente azzardato.

Kia Forte nella Top 50 degli USA del 2017 con quasi 117.600 unità vendute

Quello americano è un mercato importante per Kia Forte, che viene commercializzata già da 10 anni. Non solo. Negli Stati Uniti lo scorso anno ha occupato la 39° posizione nella graduatoria dei modelli più venduti. Nel 2017 Kia ne consegnate 117.596 unità negli USA. I bozzetti evidenziano il trasferimento anche su questo modello dell’ormai classico disegno Tiger Nose per la griglia. Il modello appare più sportivo, quasi più “sfrontato”. Con il benestare degli ingegneri, i designer sembrano aver allungato il cofano e spostato più indietro l’abitacolo. Anche gli schizzi che riguardano l’abitacolo rivelano un “ringiovanimento” dell’auto.

Volante sportivo a tre razze e generoso display per gestire i comandi

In realtà i bozzetti non rispecchiano troppo fedelmente i modelli che poi finiscono in vetrina, anche se lasciano intendere la direzione stilistica. In ogni caso le linee sono decisamente più dinamiche e sono chiaramente ispirate dalla Stinger. A quanto pare Kia Forte avrà un volante sportivo a tre razze ed una plancia estremamente “pulita”. Il cruscotto perde pulsanti e manopole, sostituite da un generoso display mediante il quale dovrebbe essere possibile comandare la maggior parte delle funzioni.

Articoli precedente

Melodie Suzuki al Festival di Sanremo 2018: è auto ufficiale

Articolo successivo

Anno dell'auto elettrica: i nuovi modelli a zero emissioni del 2018