Home»News»Kia Stinger: ecco finalmente la GT che mancava

Kia Stinger: ecco finalmente la GT che mancava

2
Condivisi
Pinterest Google+

Al Salone di Detroit la Kia è una delle principali protagoniste, con la presentazione ufficiale di una novità globale: la Kia Stinger, un’innovativa “granturismo” che ridefinisce il concetto caro ai più prestigiosi marchi europei. Si tratta del modello più potente mai prodotto nella storia del marchio, capace di unire in modo ottimale performance da vera sportiva a un look parecchio accattivante. Nell’estetica della Stinger è immediatamente riconoscibile l’eredità del prototipo GT (svelato per la prima volta al pubblico in occasione del Salone di Detroit del 2014) che l’ha ispirata. Il design è opera del Centro Stile di Francoforte con la supervisione di Peter Schreyer, Chief Design Officer di Kia Motors; mentre la responsabilità delle caratteristiche dinamiche è stata affidata ad Albert Biermann, capo del team di ingegneri della divisione Vehicle Test e High Performance Development che lavorano in Corea e nella sede dedicata al Nürburgring.

Sotto il suo cofano pulsa un vigoroso motore V6 twin-turbo di 3.3 litri, affiancato a una trasmissione automatica a otto rapporti e alla trazione posteriore –su richiesta è disponibile anche un modello dotato di trazione integrale– , capace di erogare una potenza di 365 cavalli e una coppia massima di 510 Nm. Non manca poi un comando per selezionare una delle cinque modalità di guida a disposizione: Personal, Eco, Sport, Comfort e Smart. I futuri clienti, in alternativa al sei cilindri, potranno optare anche per un 2.0 litri turbo da 255 CV e 352 Nm di coppia. La Kia Stinger sarà disponibile sul mercato americano a partire dai prossimi mesi, con un prezzo ancora da definire, mentre ulteriori sorprese riguardanti il mercato europeo sono attese a giorni.

Articoli precedente

Subaru WRX e WRX STI: a Detroit debuttano i MY 2018

Articolo successivo

Mercedes GLA: la crossover tedesca si rinfresca il look