Home»News»Mercato Italia 2016, Fiat Panda regina. Jaguar lievita del 200%

Mercato Italia 2016, Fiat Panda regina. Jaguar lievita del 200%

0
Condivisi
Pinterest Google+

In Italia, il 2016 dell’auto, almeno secondo Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, è stato “un anno eccezionale che potrebbe essere difficile replicare”: sono state immatricolate 1.824.968 unità con una crescita del 15,8% rispetto al 2015. E per il 2017 l’Anfia “intravede una moderata crescita, ma resta valido l’appello a introdurre misure per contenere la fiscalità di settore e per favorire l’ammodernamento del parco circolante”. Per Fiat Chrysler Automobiles (FCA), in Italia l’anno è andato anche meglio con un incremento dei volumi del 18,4% grazie a oltre 528.000 consegne. La quota di mercato è salita al 28,94% (il 29,6% in dicembre), la migliore dal 2012 in poi. Non solo: tutti i brand sono cresciuti più della media: Jeep +35%, Alfa Romeo +19,2%, Fiat +17,1% e Lancia +16,5%.

Malgrado un giorno lavorativo in meno, dicembre è stato decisamente spumeggiante visto che volumi così alti non venivano registrati dal 2010 (131.000 unità) ed è stato archiviato come il trentunesimo mese consecutivo di crescita. Il superammortamento ha sicuramente contribuito al buon andamento del mercato: si è rivelato un efficace strumento per il rinnovo delle flotte aziendali. Anfia stima per il 2017 una ulteriore crescita compresa fra il 3 ed il 5% nonostante i costi di gestioni dell’auto continuino ad aumentare. Ad esempio con i nuovi adeguamenti tariffari dei pedaggi autostradali (+0,77%), una rendita di posizione per i gestori.

mercato-italia-2016

 

Nel corso del 2016 le immatricolazioni di auto a gasolio sono cresciute del 19% (57% di penetrazione), un po’ meno rispetto a quelle a benzina (+22% e 33% di quota). Il calo dei prezzi dei carburanti ha penalizzato le vendite di auto alimentate a GPL e metano, rispettivamente -15,6% e 30%. La crescita della auto ibride è stata pari al 48%, con le elettriche in contrazione del 5,3%. “In Valle d’Aosta e in Trentino Alto Adige, dove il peso del noleggio è notevole – rileva l’Anfia – è stato immatricolato il 16,9% del mercato complessivo, percentuale superiore di 1,1 punti rispetto alla quota realizzata dalle regioni del Sud-Isole (15,8%)”. Le auto dei segmenti C e dell’alto di gamma (Superiori, Lusso, Sportive, SUV grandi e Monovolumi grandi) sono quelli andati meglio: +27 e +25% nel corso del 2017.

Jaguar è il marchio che fatto registrare la miglior crescita percentuale in Italia nel corso del 2016: quasi +198% con poco meno di 5.000 vetture consegnate. Poi c’è Honda che ha contabilizzato un +98% con circa 9.600 auto immatricolate. Crescite percentuali significative hanno riguardato anche SsangYong (+59%) e Mazda (+47%). Due soli brand hanno chiuso il 2016 in negativo: Nissan (-4%) e la sua nuova controllata Mitsubishi (-8%).

mercato-top-ten

Nella Top 10 del 2016, Fiat Panda si conferma regina con 145.736 esemplari venduti, cioè poco meno del totale dei tre modelli FCA che occupano il secondo, terzo e quarto posto: Lancia Ypsilon (65.664), Fiat 500L (51.813) e Fiat 500 (49.329). Poi ci sono due modelli stranieri: Renault Clio e Volkswagen Golf (un’altra VW, la Polo, è nona). In settimana posizione c’è Fiat 500X (46.227) e in ottava Fiat Punto (44.293). Al decimo posto delle auto più vendute in Italia nel 2016 si trova Ford Fiesta.

Articoli precedente

Corea del Sud blocca vendite 10 auto. Multa a Bmw, Porsche e Nissan

Articolo successivo

I primi aumenti del 2017: IP aumenta il diesel, Tamoil il GPL