Home»News»MiMoto, da sabato lo scooter sharing elettrico completamente Made in Italy

MiMoto, da sabato lo scooter sharing elettrico completamente Made in Italy

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il progetto è di tre under 35, Alessandro, Gianluca e Vittorio: sono loro gli ideatori di MiMoto, il nuovo scooter sharing elettrico ed ecosostenibile. La sfida a due ruote condivise al traffico di Milano comincia sabato con il lancio del nuovo servizio.

MiMoto da sabato a Milano con 100 Askoll ES2

Oltre all’idea, è italiana anche la produzione degli eScooter, che sono degli Askoll ES2 con tre modalità di guida. Con la power, la più brillante, arrivano a oltre 50 chilometri di autonomia, mentre con le più conservative standard o eco hanno un raggio d’azione maggiore. A partire da sabato, MiMoto “schiererà” cento elettro motorini. La soluzione a due ruote è anche a due posti con tanto di bauletto (con due caschi). Leggeri e facili da usare, gli Askoll di MiMoto sono disponibili con il sistema di free floating e possono pertanto venire prelevati e rilasciati a piacimento all’interno della superficie coperta dal servizio. Le funzioni principali, a partire dalla localizzazione, si eseguono grazie alle immancabili App, per iOS o Android.

Scooter sharing sostenibile anche nel prezzo

L’area coperta da MiMoto comprende il centro ed include i Navigli, Città Studi, Lambrate, Morivione, Calvariate, De Angeli, San Siro e Bovisa Politecnico. Sono inclusi anche i principali distretti universitari (Cattolica, Bocconi, Bovisa, Città Studi/Politecnico e IULM). La tariffa al minuto è di 0,23 cent con 0,9 cent per la sosta. Disporre degli Askoll ES2 per un’ora costa meno di 7 euro (6,9) e quasi 24 per un giorno. Questa formula abbina la comodità della condivisione alla praticità delle due ruote ed alla sostenibilità delle emissioni zero. Diversi esperti prevedono un’esplosione dei veicoli poco ingombranti nelle metropoliti del futuro: a due, tre o quattro ruote. Lo scooter sharing elettrico sembra destinato a ritagliarsi quote di mercato sempre più importanti. MiMoto ha già anticipato che il numero degli eScooter aumenterà con il tempo.

Articoli precedente

"Paperissima dell'auto", una serie di incidenti incredibili

Articolo successivo

Con qualche centimetro in più la VW Tiguan Allspace fa il salto di categoria