Home»News»Nuova Porsche Cayenne: pronta a sorprendere

Nuova Porsche Cayenne: pronta a sorprendere

1
Condivisi
Pinterest Google+

La Porsche Cayenne si evolve. La suv tedesca nata nel 2002 e prodotta in oltre 760 mila unità, nel corso degli anni, ha acquisito sempre più importanza nei modelli del marchio. La nuova generazione, la terza, punta a incrementare ulteriormente l’attenzione sul suo conto e le vendite. In attesa di ‘studiarla’ live al Salone di Francoforte, fra pochi giorni, la Casa ha rilasciato le caratteristiche principali del modello.

Make up estetico

Il nuovo design della Cayenne rappresenta più un’evoluzione rispetto a una rivoluzione. Le forme della suv tedesca si confermano possenti, con stilemi che richiamano in modo netto il dna incarnato dalla precedenti generazioni. Il tutto in abbinamento a linee ammodernato, per rimanere al passo con i tempi e assecondare una clientela sempre più esigente. Va in questa direzione anche la decisione di ritoccare le dimensioni.

La lunghezza aumenta di 63 millimetri mentre il passo resta invariato –2.895 millimetri– e il tetto si abbassa di nove millimetri rispetto al modello precedente. Lunga 4.918 millimetri e larga 1.983 millimetri -senza specchietti retrovisori esterni- risulta chiaramente più slanciata. Il volume del bagagliaio è di 770 litri, con un aumento di 100 litri. I cerchi crescono di un pollice e, per la prima volta, ruote e pneumatici posteriori sono più larghi. Da sottolineare inoltre una cura particolarmente marcata per i gruppi ottici.

Porsche presenta una nuova offerta a tre livelli per i gruppi ottici anteriori: ogni Cayenne monta di serie i proiettori a led. Salendo di livello, si può scegliere il Dynamic Light System (PDLS) oppure i nuovi fari anteriori a led a matrice con PDLS Plus: 84 diodi luminosi regolabili singolarmente, che consentono di variare distribuzione e intensità della luce.

Abitacolo lussuoso e Hi-tech

Il Porsche Advanced Cockpit rappresenta il cuore tecnologico di un abitacolo sportivo e lussuoso. Elemento centrale del nuovo sistema di comando è il touch screen full HD da 12,3 pollici del Porsche Communication Management (PCM) di ultima generazione, lanciato lo scorso anno sulla nuova Panamera. Svariate funzioni digitali possono essere attivate in modo intuitivo, anche con i comandi vocali.

Il Porsche Connect Plus di serie permette di accedere a Internet e ai servizi online, tra cui il navigatore online di serie con informazioni sul traffico in tempo reale. I comandi analogici sulla nuova console centrale servono alle funzioni principali della vettura. Gli altri tasti sono integrati nella superficie touch simile al vetro di uno smartphone, e forniscono anche una risposta acustica e tattile.

Le novità tecniche

Sotto questo aspetto le novità sono molteplici, a partire dal rinnovato telaio, più leggero della versione uscente. Inoltre, per la prima volta, la Cayenne è disponibile con asse posteriore sterzante elettrico. Il sistema, già utilizzato sulla 911 e sulla Panamera, migliora l’agilità in curva e la stabilità nei cambi di corsia alle alte velocità. Ancora: le sospensioni pneumatiche attive (a richiesta) con la nuova tecnologia a tripla camera ampliano ulteriormente lo spettro delle performance della vettura, tra impostazione rigida sportiva e quella comfortevole.

Non manca poi un’anteprima mondiale: il Porsche Surface Coated Brake con rivestimento di carburo-tungsteno. In altre parole, si tratta di freni ad alte prestazioni. Nel dettaglio tale ‘pacchetto’ è composto da un disco in ghisa con rivestimento di carburo- tungsteno, una finitura che aumenta i valori di attrito e riduce l’usura e la polvere generata in frenata. Infine, oltre alle classiche modalità di marcia il guidatore può selezionare anche una funzione configurabile individualmente.

Due versioni

Inizialmente la nuova Cayenne offrirà due alternative. Si parte dal modello con motore turbo sei cilindri e cilindrata di tre litri, capace di erogare una potenza di 340 CV (450 Nm): accelera da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi (con il pacchetto Sport Chrono in 5,9 secondi). La velocità massima, invece, è di 245 km/h.

Il secondo modello è la Cayenne S, dotata di motore biturbo V6 2.9 litri. Questo propulsore, anch’esso di nuovo sviluppo, ha una potenza di 440 CV e raggiunge una coppia di 550 Nm, 20 CV in più rispetto al modello precedente. Migliora così l’accelerazione da zero a 100 km/h, ora pari a soli 5,2 secondi (con pacchetto Sport Chrono 4,9 secondi). La lancetta del contachilometri si ferma a 265 km/h. Entrambi i modelli montano il ambio TiptronicS, a otto marce, e la trazione integrale attiva. Il Porsche Traction Management (PTM), intelligente e variabile, distribuisce la coppia motrice tra gli assi.

Già disponibile

Se vi siete già innamorati e non volete aspettare neppure la kermesse tedesca per vederla meglio, potete già recarvi in concessionaria per ordinarla. Sul mercato italiano le Cayenne e Cayenne S sono disponibili a partire da 78.030 e 95.598 euro.

Articoli precedente

Nissan 370Z: si rinnova... poco

Articolo successivo

La conversione di Aston Martin, gamma ibrida dal 2025