Home»News»Polestar Engineered, la gamma Volvo elettrificata ad alte prestazioni

Polestar Engineered, la gamma Volvo elettrificata ad alte prestazioni

0
Condivisi
Pinterest Google+

Polestar Engineered, la gamma Volvo elettrificata ad alte prestazioni

La gamma elettrificata ad alte prestazioni di Volvo si chiama Polestar Engineered. Il costruttore svedese di proprietà dei cinesi di Geely ha reso noto che la linea è stata sviluppata “specificamente per le sue nuove auto ibride plug-in della S60 con motore T8 Twin Engine”.

S60, la prima Volvo fabbricata negli Stati Uniti

L’annuncio anticipa di una settimana la presentazione della nuova berlina sportiva S60 che avverrà in occasione dell’inaugurazione della prima unità produttiva Volvo negli Stati Uniti. La casa scandinava ha investito su Charleston, nella Carolina del Sud, che sarà il solo a fabbricare la nuova S60. Il modello diventerà la prima Volvo a venire assemblata in America. La gamma Polestar Engineered si distinguerà per le ruote, l’impianto frenante, le sospensioni e per la centralina elettronica. “Le auto elettriche sono il nostro futuro,” ha assicurato Håkan Samuelsson, Ceo di Volvo Cars. Sulla berlina di lusso Volvo S60, l’allestimento Polestar Engineered sarà disponibile esclusivamente per le versioni top di gamma T8 Twin Engine.

Pinze dei freni e cinture color oro per le Polestar Engineered

Negli Stati Uniti, in versione elettrificata, questa variante raggiunge i 415 CV e 670 Nm di coppia. In versione standard l’unità arriva a 400 CV e 640 Nm. È come se venisse così “declassata” la declinazione R Design. Le peculiarità Polestar Engineered verranno estese con il 2019, anche se in serie limitata, anche alle nuova V60 station wagon ed al suv XC60. Nel dettaglio, i nuovi cerchi sono sono ultra-leggeri, i tubi di scarico sono cromati neri e le cinture di sicurezza sono color oro. La stessa tinta è impiegata per le pinze dei freni Brembo. Le sospensioni sono dotate di ammortizzatori Öhlins top di gamma con valvola regolatrice a due vie. La struttura della barra di rinforzo e dell’ammortizzatore regolabile è uguale a quella della vettura ibrida plug-in Polestar 1 ad alte prestazioni

Articoli precedente

Anche Musk pensa al profitto: Tesla adesso taglia il 9% dei dipendenti

Articolo successivo

Byton K-Byte, nuovo concept elettrico del marchio cinese a guida tedesca