Home»News»Renault: un numero crescente d’innovazioni hi-tech, al servizio di tutti

Renault: un numero crescente d’innovazioni hi-tech, al servizio di tutti

1
Condivisi
Pinterest Google+

Renault protagonista di un’evoluzione tecnologica notevole

Renault continua a innovare per rendere la tecnologia accessibile a tutti, orientando la propria strategia verso la mobilità del futuro. Tecnologia e innovazione rappresentano i pilastri della strategia della Losanga, che si esplicitano in numerosi equipaggiamenti trasversali.

In primis, molteplici sono i sistemi di sicurezza attiva e preventiva di cui Scenic è l’emblema. Troviamo, dunque, la frenata di emergenza attiva per il riconoscimento pedoni e il cruise control adattivo, che regolando la velocità garantisce sempre la distanza di sicurezza dalla vettura che precede, adattando automaticamente la velocità dell’auto. Da non dimenticare poi l’Easy Park Assist, grazie al quale la vettura è in grado di riconoscere lo spazio a disposizione per posteggiare l’auto in autonomia. A seguire, il Lane Keeping Assist, che interviene in caso di attraversamento involontario della corsia e l’allerta di rilevamento della stanchezza, che permette di rilevare tutte le anomalie di guida legate alla stanchezza.

La commutazione dei fari abbaglianti e anabbaglianti e il riconoscimento della segnaletica stradale con allerta in caso di superamento del limite di velocità previsto, completano il portfolio dei sistemi di sicurezza attiva e preventiva. Non solo: Renault offre numerose soluzioni che facilitano la vita al volante, in modo particolare grazie agli equipaggiamenti presenti su Talisman ed Espace. Il 4Control, tecnologia che la gamma vanta da molto tempo, rende la guida precisa sia a basse che ad alte velocità, grazie al telaio con quattro ruote sterzanti. Il sistema a quattro ruote sterzanti è stato introdotto per la prima volta su Laguna III. Con tale innovazione, presentata sul mercato nel 2007, la Renault ha dimostrato che il piacere di guida non è riservato solo ai modelli sportivi e che la maneggevolezza non è solo un pregio delle city­car.

Verso la mobilità del domani

Renault è inoltre il primo costruttore automobilistico europeo ad aver creduto nel veicolo 100% elettrico, diventato l’emblema della strategia ambientale del Gruppo. Il veicolo 100% elettrico dimostra anche la capacità di creare innovazioni di rottura per far progredire l’automobile. A tal proposito, il piano strategico Drive the Future prevede che da qui al 2022 il Costruttore mantenga la leadership nei veicoli elettrici. Come ? con 8 modelli elettrici e 12 modelli elettrificati. Il Gruppo si prefigge anche di lanciare 15 modelli a guida autonoma e servizi di robo­taxi. Il futuro della mobilità sarà infatti­ per Renault­ elettrico, connesso e autonomo. Con la scelta di guidare o di lasciarsi guidare. I veicoli non saranno più prodotti isolati, ma parte integrante del loro ambiente. I servizi di mobilità s’integreranno in città divenute intelligenti grazie alle tecnologie connesse e ai dati intelligenti.

Articoli precedente

Peugeot 3008: a listino la versione 1.5 BlueHDi abbinata al cambio EAT8

Articolo successivo

Formula E, di Grassi si impone a New York, ma il titolo lo vince Vergne