Home»News»Richiamo da 1,3 milioni di auto per FCA, anche 230.000 Fiat Freemont

Richiamo da 1,3 milioni di auto per FCA, anche 230.000 Fiat Freemont

2
Condivisi
Pinterest Google+

Airbag, ma non solo: Fiat Chrysler Automobiles (FCA) deve richiamare più di 1,3 milioni (1,33 milioni per la precisione) di veicoli per via dei dispositivi salvavita, ma anche dell’elettronica. Lo scorso maggio il costruttore aveva dovuto far tornare nelle officine 1,25 milioni di mezzi. Si tratta di una doppia campagna planetaria, ma la maggior parte dei modelli è stata commercializzata fra Stati Uniti, Canada e Messico. Fuori dell’area NAFTA sono sono venduti oltre 310.000 dei modelli coinvolti delle due azioni.

Anche Fiat Freemont

Negli USA, FCA ha fatto sapere che 770.000 macchine tra Dodge Journey e Fiat Freemont potrebbero avere problemi di cablaggio. Il rischio è che possa scattare l’innesco indesiderato dell’airbag del guidatore. Il costruttore italo americano ha dichiarato di essere a conoscenze di cinque feriti leggeri collegati a questo “inconveniente”. Tutti i modelli sono stati venduti tra il 2011 ed il 2015, incluse le 230.000 Freemont, consegnate fuori dall’area NAFTA.

FCA, due incidenti

Il secondo richiamo è legato alla sostituzione di un determinato tipo di alternatore. In certe particolari condizioni, quello montato su alcuni modelli potrebbe cominciare a fumare. Le auto coinvolte sono a marchio Chrysler, Dodge e Jeep per un totale di 566.000 unità. Secondo le informazioni raccolte da FCA, due incidenti, peraltro senza feriti, sarebbero riconducibili a questo problema.

Articoli precedente

Saldi di mezza estate: sconti fino al 30% su 4 auto Fiat e Lancia Ypsilon

Articolo successivo

Flotta di 40 veicoli Renault per le prossime due stagioni alla Fiorentina