Home»News»Subaru WRX e WRX STI: a Detroit debuttano i MY 2018

Subaru WRX e WRX STI: a Detroit debuttano i MY 2018

0
Condivisi
Pinterest Google+

Al Salone di Detroit 2017 la Subaru espone la WRX e la WRX STI, nelle aggiornate versioni Model Year 2018, con specifiche per il mercato statunitense. Le novità riguardano un leggero ammodernamento delle linee, che si affianca ad alcune novità di tipo tecnico. Entrando maggiormente nel dettaglio, entrambi i modelli, tanto per cominciare, presentano una carrozzeria con prese d’aria riviste e gruppi ottici dotati di tecnologia a led. Salendo a bordo, inoltre, la sensazione di qualità è stata ulteriormente incrementata grazie alla scelta di inediti materiali, come le piccole parti nere per i pannelli delle portiere. Non manca poi la possibilità di adottare i nuovi sedili sportivi (anteriori) Recaro con regolazioni elettriche.

Prendendo in considerazione l’aspetto tecnico, le principali novità si focalizzano sull’asseto. La Subaru WRX dispone di nuove regolazioni per le sospensioni, un servosterzo elettrico dalla risposta migliorata e nuovi sincronizzatori per il cambio manuale a sei rapporti. La vettura, inoltre, può aumentare ulteriormente la propria “aggressività” grazie a pinze dei freni verniciate di rosso e nuove pastiglie dei freni Jurid. Sulla STI, invece, è stata introdotta una rivisitata gestione elettronica del differenziale centrale DCCD, che si affianca al nuovo impianto frenante Brembo, con pinze gialle a sei pistoncini anteriori. I propulsori delle vetture sono stati confermati. Pertanto la WRX è equipaggiata con il boxer 2.0 turbo (in grado di sviluppare una potenza di 268 CV) mentre la STI monta il 2.5 (da 305 CV). Entrambi i modelli sfruttano la trazione integrale Symmetrical All Wheel Drive con Active Torque Vectoring.

Last but not least, la casa delle Pleiadi introduce delle novità anche in merito ai sistemi di sicurezza. La WRX prevede la funzione Auto Vehicle Hold di serie sui modelli dotati di EyeSight. L’AVH sostituisce l’Hill Holder e l’Hill Start Assist e offre una maggiore funzionalità, mantenendo stabile il veicolo su tutti i tipi di strada. Il nuovo EyeSight Assist Monitor, di serie sui modelli con fari a led, è stato impiegato per la WRX. L’EAM mostra lo stato dell’EyeSight e gli avvisi sul display del parabrezza, consentendo al guidatore di guardarli senza distogliere gli occhi dalla strada. Infine, la visibilità notturna in curva è stata migliorata grazie allo Steering Responsive Head Lights, di serie sui modelli con fari a led, che illumina automaticamente la strada da percorrere in risposta all’input del volante.

 

Articoli precedente

Kia Picanto, le prime foto ufficiali della terza generazione

Articolo successivo

Kia Stinger: ecco finalmente la GT che mancava