Home»News»Sovralimentazione a doppio stadio per il turbodiesel BMW a tre cilindri

Sovralimentazione a doppio stadio per il turbodiesel BMW a tre cilindri

0
Condivisi
Pinterest Google+

Sovralimentazione a doppio stadio per il turbodiesel BMW a tre cilindri

Il diesel non è morto: ogni giorno arrivano nuovi segnali sulla sua vitalità, incluso quello di Bmw, che ha presentato le nuove unità a gasolio da 1.5 (tre cilindri) e 2.0 litri (quattro). I motori fanno parte di una strategia di produzione modulare, visto che condividono il 60% dei componenti con quelli a sei cilindri.

Riduzione delle emissioni di CO2 del 5%

Gli aggiornati propulsori sono stati presentati ad Aquisgrana da Fritz Steinparzer, responsabile dello sviluppo delle unità diesel. L’obiettivo annunciato da Bmw è quello di approntare unità in grado di rispettare i limiti imposti per il nuovo ciclo di consumo reale (RDE) con una riduzione delle emissioni di CO2 di un ulteriore 5%. Una parte verrà garantita dai minori attriti dei pistoni all’interno dei cilindri (1%). Non solo: in futuro anche le versioni d’ingresso a tre cilindri beneficeranno della sovralimentazione a doppio stadio.

Sovralimentazione a doppio stadio anche sul tre cilindri

La tecnologia dovrebbe consentire un miglioramento dei consumi nell’ordine del 4%. A conferma della vitalità del diesel (ma anche della sua strategicità per i costruttori tedeschi) c’è anche l’anticipazione del prossimo aggiornamento del sistema di iniezione. Bmw X1 sarà il primo modello ad offrire il rivisitato diesel a quattro cilindri. Nella versione top di gamma a trazione integrale, cioè quella da 190 CV e 400 Nm di coppia, sono state anticipate emissioni di CO2 attorno ai 123 g/km. Ancora non è chiaro quale sarà il modello che porterà al debutto il rinnovato tre cilindri da 1.5 litri.

 

Articoli precedente

Eclipse Cross, suv "manutenzione inclusa" per i 100 anni di Mitsubishi

Articolo successivo

Eni ed Esso aumentano il prezzo di benzina e diesel. Q8 rincara il GPL