Home»Pro»Il 2018 comincia con i rincari di Eni: prezzi ai massimi dall’estate 2015

Il 2018 comincia con i rincari di Eni: prezzi ai massimi dall’estate 2015

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il 2018 comincia con i rincari di Eni: prezzi ai massimi dall’estate 2015

Per gli automobilisti il 2018 non è cominciato bene: oltre ai tradizionali aumenti dei pedaggi, oggi ci sono i rincari di Eni. I rialzi dei prezzi dei carburanti hanno portato i listini alla pompa ai massimi dall’estate del 2015. E questa mattina, dopo 4 giorni di calma (gli ultimi rincari risalivano al 31 dicembre), Eni è intervenuta di nuovo sui listini di benzina e diesel. Entrambi i prodotti sono stati aumentati di 10 millesimi al litro. L’euro forte ha contribuito a limitare le ripercussioni del rialzo del prezzo del Brent. Il barile, informa Staffetta Quotidiana, ha toccato ieri i massimi dal giugno del 2015.

Domani la ricaduta dei rincari di Eni sulle medie dei prezzi praticati

Le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ sono in rialzo ed i soli “gassosi” sono invariati. Benzina self service a 1,553 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,526). Diesel self service a 1,417 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,394). Benzina servita a 1,671 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,568). Diesel servito a 1,538 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,436). GPL a 0,659 euro al litro (invariato, pompe bianche 0,646). Metano a 0,963 euro al chilogrammo (invariato, pompe bianche 0,952).

Articoli precedente

Renault Symbioz, demo car a guida autonoma a quattro ruote sterzanti

Articolo successivo

Q Inspiration, la nuova coupé "panoramica" di Infiniti