Home»Pro»Prezzi estivi per benzina e diesel, naturalmente in aumento

Prezzi estivi per benzina e diesel, naturalmente in aumento

0
Condivisi
Pinterest Google+

Dopo il rincaro di Eni, era praticamente scontato un riallineamento dei prezzi di benzina e diesel da parte delle altre sigle. Il market leader non modificava i listini da settimane ed era intervenuto venerdì con un aumento di un cent al litro su entrambi i prodotti. Staffetta Quotidiana ha rilevato nelle ultime ore una serie di rialzi compresi fra i 4 ed i 10 millesimi. Esso, piuttosto “attiva” nell’ultimo periodo, Tamoil, TotalErg e Q8 hanno rincarato verde e gasolio di un cent. IP si ha compiuto una scelta differente: 4 millesimi in più sulla benzina e 6 in più sul diesel.

Benzina e diesel salgono con le ferie

Gli aumenti combaciano spesso con i fine settimane, i ponti e le partenze per le vacanze. Agli automobilisti non è dato sapere se i rialzi delle quotazioni siano sempre legati all’andamento dei prezzi. Venerdì sul mercato del Mediterraneo le contrattazioni si sono chiuse a quota 353 per la benzina (+3 euro per mille litri) e 356 per il diesel (+5).

Media del GPL in calo, metano stabile

Le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ sono in forte rialzo. Quelle dei “gassosi” fanno eccezione. Benzina self service a 1,493 euro al litro (+2 millesimi, pompe bianche 1,464). Diesel a 1,334 euro al litro (+3 millesimi, pompe bianche 1,307). Benzina servita a 1,613 euro al litro (+3 millesimi, pompe bianche 1,509). Diesel a 1,457 euro al litro (+2 millesimi, pompe bianche 1,353). GPL a 0,592 euro al litro (-1 millesimi, pompe bianche 0,575). Metano a 0,965 euro al chilogrammo (invariato, pompe bianche 0,953).

Articoli precedente

Vertici di Audi "decapitati", quattro top manager su sette dovranno lasciare

Articolo successivo

Primo teaser della prossima Bmw Z4 alla vigilia di Pebble Beach