Home»Pro»Giorgio Boiani, professione vice presidente: AsconAuto e ora AutoXY

Giorgio Boiani, professione vice presidente: AsconAuto e ora AutoXY

0
Condivisi
Pinterest Google+

Giorgio Boiani, professione vice presidente: AsconAuto e ora AutoXY

AutoXY, la start-up che ha vivacizzato la rete con un motore di ricerca per auto, ha un nuovo vicepresidente, Giorgio Boiani. Che è poi lo stesso vice presidente di AsConAuto, l’associazione nazionale dei consorzi di concessionari.

Motore di ricerca per auto nuove, usate, kilometrizero e preventivi

AsConAuto è la più grande realtà in Europa per la distribuzione dei ricambi originali. Boiani, che è presidente del Consorzio Doc Ricambi Originali di Lecco, è stato votato dall’assemblea degli azionisti per entrare a far parte del CdA. In qualità di vice presidente supporterà il presidente ed amministratore delegato Boris Cito ed il consigliere Renato Vannucci, espresso da Vertis Sgr, società che ha investito 1,2 milioni di euro per lo sviluppo del progetto. AutoXY è stata fondata nel 2009 ed ha già un database con oltre 10 mila opinioni di utenti su circa 700 modelli recensiti. Si tratta di auto nuove, kilometrizero, usate, aziendali e d’epoca. Attraverso il sito, gli internauti possono anche richiedere il preventivo di un’auto ai concessionari ufficiali. Gli utenti registrati sono 1,8 milioni.

AutoXY vuole “consolidare posizione nel segmento costruttori”

AutoXY contabilizza mensilmente una media di 15.000 richieste di preventivi al mese per auto nuove. Per il 2017 la società stima un fatturato superiore ai 3 milioni di euro. La nomina di Boiani, si legge in una nota, ha come obiettivo quello di “rafforzare e consolidare la posizione di AutoXY sul segmento costruttori e di esplorare nuove opportunità di business”. In ballo c’è anche “lo sviluppo di progetti dedicati principalmente al segmento dealer e ai mercati B2B”. Si tratta di comparti che il neo vice presidente conosce bene. AutoXY ha una formula commerciale semplice, far pagare alle case produttrici di automobili e ai dealer solo lead reali e qualificati per l’acquisto di auto nuove, o per le visite ricevute sul proprio sito. La società assicura una ricerca efficace in rete perché “guida con semplicità e rapidità l’utente nel percorso che lo conduce dalla scelta fino all’acquisto di una vettura”.

Articoli precedente

Basta dieselgate: UE vuole sistemi di misurazione su ogni veicolo dal 2020

Articolo successivo

Volkswagen T-Roc: due versioni speciali by Garage Italia