Home»Pro»Diesel, benzina e GPL, nuovi ribassi dei prezzi. Grazie agli Stati Uniti

Diesel, benzina e GPL, nuovi ribassi dei prezzi. Grazie agli Stati Uniti

0
Condivisi
Pinterest Google+

Diesel, benzina e GPL, nuovi ribassi dei prezzi. Grazie agli Stati Uniti

Gli automobilisti posso ringraziare gli Stati Uniti per i ribassi dei prezzi di benzina e diesel sulla rete distributiva. Il boom della produzione petrolifera ha innescato una significativa flessione delle quotazioni sui mercati internazionali, incluso quello del Mediterraneo. Il barile è pertanto sceso ai minimi da due mesi. Dopo il doppio taglio di Eni e gli interventi di ieri da parte di Esso, Q8, Italiana Petroli e Tamoil, oggi sono scattate nuove sforbiciate. Staffetta Quotidiana ha contabilizzato i taglia decisi da IP, rimasta ferma finora, e di nuovo di Q8 (-1 centesimo al litro su benzina e diesel) e di Tamoil (-1 centesimo al litro su benzina, diesel e Gpl).

Nuovi ribassi dei prezzi in vista

Le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ scontano le riduzioni di ieri e dovrebbero continuare a scendere anche nei prossimi giorni. Benzina self service a 1,561 euro al litro (-2 millesimi, pompe bianche 1,535). Diesel self service a 1,426 euro al litro (-3 millesimi, pompe bianche 1,405). Benzina servita a 1,679 euro al litro (-2 millesimi, pompe bianche 1,578). Diesel servito a 1,549 euro al litro (-2 millesimi, pompe bianche 1,448). GPL a 0,651 euro al litro (invariato, pompe bianche 0,640). Metano a 0,961 euro al chilogrammo (-1 millesimo, pompe bianche 0,952).

Articoli precedente

La nuova Bmw X4 guadagna in lunghezza (8,1 cm) e perde peso (50 kg)

Articolo successivo

La roulette dei saloni: Mercedes non andrà a Detroit nel 2019