Home»Pro»Oggi i rincari riguardano il GPL. Gli aumenti sono di Eni e Tamoil

Oggi i rincari riguardano il GPL. Gli aumenti sono di Eni e Tamoil

0
Condivisi
Pinterest Google+

Le quotazioni di benzina e diesel sono tornate a salire sul mercato del Mediterraneo. Sulla rete distributiva italiana, tuttavia, gli aumenti hanno riguardato il GPL. Ieri le contrattazioni si sono chiuse con la verde a 355 euro per mille litri (+4) ed il gasolio a 356 (+5). Secondo le rilevazioni di Staffetta Quotidiana, il giornale delle fonti energetiche, le uniche variazioni alla pompa sono sul GPL. Eni ha rincarato il gas petrolifero liquefatto di 5 millesimi al litro, Tamoil di 10. Naturalmente si tratta di una coincidenza, ma siamo alla vigilia di un fine settimana di grandi partenze.

Cresce anche la media dei prezzi del GPL

Le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ evidenziano un trend di crescita. Ecco l’elenco dei vari prezzi e delle variazioni. Benzina self service a 1,497 euro al litro (+2 millesimi, pompe bianche 1,467). Diesel a 1,341 euro al litro (+4 millesimi, pompe bianche 1,312). Benzina servita a 1,616 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,511). Diesel a 1,463 euro al litro (+3 millesimi, pompe bianche 1,356). GPL a 0,593 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 0,576). Metano a 0,965 euro al chilogrammo (-1 millesimo, pompe bianche 0,955).

Aumenti dei listini su base annua

Agosto è cominciato male per gli automobilisti, che in luglio avevano beneficiato di un tendenziale calo dei listini, -1,4%. Le flessioni dei carburanti hanno contribuito all’attenuazione della crescita dei prezzi su base annua: dal 3,6 all’1,9% per il diesel e dal 2,3 all’1,8% per la benzina.

Articoli precedente

Oliver Stefani nuovo capo del design di Skoda, arriva da Volkswagen

Articolo successivo

Dalle due ruote ai rotori, Daimler investe sull'elicottero elettrico