Home»Pro»Forti aumenti sul GPL. Benzina e diesel fermi nonostante crollo quotazioni

Forti aumenti sul GPL. Benzina e diesel fermi nonostante crollo quotazioni

0
Condivisi
Pinterest Google+

Automobilisti senza pace: questa mattina i rialzi, importanti (20 millesimi al litro) riguardano il GPL. Staffetta Quotidiana ha rilevato i rincari di Tamoil e TotalErg, che verranno probabilmente imitate da altre sigle.

Verde e gasolio scesi ieri di 9 e 10 euro per mille litri

La ragione sono i rialzi dei prezzi di contratto internazionali del gas petrolifero liquefatto. Il tutto mentre le quotazioni dei prodotti principali, cioè benzina e diesel, crollano. Naturalmente senza conseguenze sui listini. Sul mercato del Mediterraneo, mille litri di verde valevano ieri 354 euro (-9), altrettanti di gasolio 385 (-10). Malgrado le flessioni vadano avanti da cinque giorni per la benzina e da quattro per il diesel, le compagnie non intervengono sui prezzi consigliati.

Aumentano anche prezzi medi praticati del GPL

Le medie di quelli praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ hanno tuttavia smesso di salire, con un paio di eccezioni. Benzina self service a 1,525 euro al litro (invariata, pompe bianche 1,5). Diesel self service a 1,375 euro al litro (invariato, pompe bianche 1,350). Benzina servita a 1,643 euro al litro (invariata, pompe bianche 1,541). Diesel a 1,496 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,392). GPL a 0,622 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 0,607). Metano a 0,963 euro al chilogrammo (invariato, pompe bianche 0,953).

Articoli precedente

Il miglior settembre dell'auto dal 2009 in Italia: Ferrari +81%, Jaguar -51%

Articolo successivo

Yellow in TV: puntata del 22 settembre 2017