Home»Pro»I venti di guerra alimentano le quotazioni, aumentano benzina e diesel

I venti di guerra alimentano le quotazioni, aumentano benzina e diesel

0
Condivisi
Pinterest Google+

I venti di guerra alimentano le quotazioni, aumentano benzina e diesel

I venti di guerra che soffiano sulla Siria hanno innescato la spirale dei rialzi delle quotazioni di benzina e diesel. Che sul mercato dei prodotti raffinati del Mediterraneo sono schizzati ieri di altri 10 e 12 euro per mille litri. La verde ha raggiunto quota 426, il gasolio 447. Staffetta Quotidiana ha rilevato questa mattina nuovi aumenti sui listini consigliati dopo quelli di Eni e Italiana Petroli. Oggi i rincari sono di IP, Q8 e Tamoil: tutte le sigle hanno corretto i prezzi consigliati di 1 centesimo al litro.

Diesel e benzina, medie dei prezzi praticati ancora in calo

Malgrado i rincari di ieri, le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio del ministero dello Sviluppo economico elaborate da SQ continuano ad evidenziare una tendenza al ribasso. Benzina self service a 1,561 euro al litro (-1 millesimo, pompe bianche 1,536). Diesel self service a 1,429 euro al litro (-1 millesimo, pompe bianche 1,407). Benzina servita a 1,678 euro al litro (-1 millesimo, pompe bianche 1,580). Diesel servito a 1,549 euro al litro (-1 millesimo, pompe bianche 1,452). GPL a 0,632 euro al litro (-1 millesimo, pompe bianche 0,620). Metano a 0,962 euro al chilogrammo (invariato, pompe bianche 0,953).

Articoli precedente

Corsi gratuiti di primo intervento con la CRI per i clienti di car2go

Articolo successivo

Papa Francesco benedice la Formula E alla vigilia dell'ePrix di Roma