Home»Auto sportive»A110 Cup, la variante da corsa della Alpine in un circuito di 12 gare

A110 Cup, la variante da corsa della Alpine in un circuito di 12 gare

0
Condivisi
Pinterest Google+

A110 Cup, la variante da corsa della Alpine in un circuito di 12 gare

Alpine A110 Première Édition è la versione stradale, Alpine A110 Cup quella da pista: della prima stanno per cominciare le consegne, la seconda sarà impegnata nei circuiti europei già nel 2018. Il ritorno di Alpine, uno dei marchi controllati dal gruppo Renault e quindi parte integrante dell’Alleanza franco nipponica, è a tutto tondo. Il debutto della versione di serie è preceduta dalle prime consegne del modello a tiratura limitata. A sua volta, quest’ultima viene anticipata dalla presentazione di quella per le corse.

Centomila euro per comprarla, altrettanti per la stagione

Il prezzo della Alpina A110 Cup sviluppata da Signatech e Renault Sport Racing è di 100.000 euro Iva esclusa. Altri 100.000 ne servono per sostenere i costi della stagione. Il modello animerà uno specifico circuito da oltre 150.000 euro di montepremi, l’Alpine Europa Cup riconosciuta dalla FIA. Si tratta di una rassegna articolata su sei eventi per un totale di 12 gare suddivise in 5 paesi con tre classifiche: junior, gentleman e generale. Il calendario provvisorio prevede l’esordio l’1-2 giugno sulla pista Paul Ricard (Francia), poi gli appuntamenti di Hockenheim (Germania, 23-24 giugno), Dijon-Prenois (Francia, 14-25 luglio), Silverstone (Gran Bretagna, 1-2 settembre), Spa-Francorchamps (Belgio, 22-23 settembre) e Barcellona (Spagna, 20-21 ottobre, ammesso che la regione nel frattempo non abbia ottenuto l’indipendenza dichiarata nei giorni scorsi e già sospesa dal governo di Madrid).

Motore da 270 CV (18 in più) per la A110 Cup

Il motore della Alpine A110 Cup è lo stesso della versione di serie e cioè l’unità da 1.8 litri a iniezione diretta, la cui potenza è stata però portata a 270 CV. Significa 18 CV in più a parità di coppia (320 Nm). La trasmissione è sequenziale a sei rapporti. L‘impianto frenante così come la gestione dell’elettronica sono italiani: li forniscono Brembo e Magneti-Marelli. L’Alpine A110 Cup è dotata di ABS e dispositivo antipattinamento, entrambi regolabili e disattivabili. La variante da competizione sarà prodotta, per il momento in una ventina di esemplari, presso lo stabilimento di Dieppe. La monoscocca è stata adattata alla geometria delle sospensioni, per ridurre di 4 centimetri l’altezza della scocca, offrire punti di attacco al rollbar e adeguare la rigidità ai requisiti di gara.

Articoli precedente

Indagine NHTSA su 841.000 Ford Fusion (Mondeo): motivo "inquietante"

Articolo successivo

Citroen C3 Aircross: la video prova del nuovo b-suv francese