Home»Auto sportive»Abt (primo), di Grassi (secondo) e Audi fanno il pieno nell’ePrix di Berlino

Abt (primo), di Grassi (secondo) e Audi fanno il pieno nell’ePrix di Berlino

0
Condivisi
Pinterest Google+

Abt (primo), di Grassi (secondo) e Audi fanno il pieno nell’ePrix di Berlino

Daniel Abt aveva accarezzato il fine settimana perfetto ad inizio stagione ad Hong Kong con la prima vittoria in Formula E ottenuta nel giorno del suo 25esimo compleanno. I commissari avevano poi cancellato il successo, ma il tedesco non si è perso d’animo. E dopo aver vinto in Messico oggi si è concesso un regale bis assicurando alla scuderia Audi Sport Abt Schaeffler un record.

La casa dei Quattro Anelli centra il primo en plein della Formula E

Il tedesco ha vinto la gara con i 3 punti della superpole e quello del giro veloce (29) e Lucas di Grassi ha ottenuto il secondo posto (18), il quarto di fila. Significa un totale di 47: di più non si può. E, soprattutto, nessun team era mai riuscito a centrare l’en plein. Partito in testa, Abt ci è rimasto ininterrottamente dall’inizio alla fine: il suo passo gara si è rivelato superiore. Né Oliver Turvey (Nio), che gli è rimasto dietro a lungo (5° al termine), né lo stesso di Grassi hanno dato la sensazione di poterlo insidiare.

Straordinaria rimonta di Lotterer: dal ventesimo al nono posto

Sul cemento della ex pista dell’aeroporto di Tempelhof i sorpassi non sono tuttavia mancati, ma per le posizioni di rincalzo. Il brasiliano campione del mondo era quinto, lo svizzero Sébastien Buemi (Renault e.Dams) era settimo ed ha chiuso quarto anche se la palma del miglior “inseguitore” della giornata spetta senz’altro ad Andrè Lotterer. Partito ultimo per via della penalità di 10 posizioni incassata per la gara di Parigi, il tedesco della Techeetah è risalito fino al nono posto.

Jean Eric Vergne (Techeetah) ipoteca il titolo iridato

Il compagno di team Jean Eric Vergne ha chiuso terzo e, almeno virtualmente, sembra aver chiuso il discorso per il titolo. A tre gare dal termine (87 punti in palio) ha 40 punti di vantaggio su Sam Bird (DS Virgin), che si è dovuto accontentare di un incolore settimo posto. Nella Top 10 si sono inseriti Mitch Evans (Jaguar Panasonic), Maro Engel (Venturi, la scuderia che ha ingaggiato l’ex ferrarista Felipe Massa per tre stagioni a partire dalla prossima) e Nick Heidfeld (Mahindra). Felix Rosenqvist (Mahidnra) è partito sesto ed ha compromesso la gara andando lungo ancora alla prima curva, mentre Jerome D’Ambrosio (Dragon Racing) è progressivamente precipitato dopo aver ottenuto la quarta piazza nelle qualifiche.

Abt trascina Audi al secondo posto nella classifica a squadre

L’italiano Luca Filippi (Nio), che rientrava dopo l’assenza forzata (dal team) di Parigi, è arrivato 17°. Tom Dillman, assieme a Stéphane Sarrazin (Andretti) il terzo rientrante, ha condotto la monoposto Venturi in 13° posizione. Il francese è subentrato a Edoardo Mortara, che nel DTM ha subito centrato la vittoria. Fra i team, Techeetah, che è “cliente” della Renault e.Dams (che a fine anno fa spazio a Nissan), guida la classifica con 205 punti. La casa dei Quattro Anelli è risalita al secondo posto a quota 161 (e Abt dal sesto al quarto). Il 10 giugno a Zurigo, un’altra delle novità della stagione, si disputa il terz’ultimo ePrix della quarta stagione. La quinta si aprirà a fine anno in Arabia Saudita, a Riad. La Formula E ha stipulato un’intesa decennale con le autorità locali.

Articoli precedente

Al volante della Fiat 500 Mirror, specchio perfetto per smartphone

Articolo successivo

Neuville vince il Rally del Portogallo e balza in testa al mondiale WRC