Home»Auto sportive»Formula E, di Grassi si impone a New York, ma il titolo lo vince Vergne

Formula E, di Grassi si impone a New York, ma il titolo lo vince Vergne

0
Condivisi
Pinterest Google+

Formula E, di Grassi si impone a New York, ma il titolo lo vince Vergne

La seconda doppietta stagionale dell’Audi Sport Abt Schaeffler non ha impedito ed Jean Eric Vergne di vincere il campionato di Formula E. Lucas di Grassi si è aggiudicato il primo ePrix di New York (oggi il secondo) davanti al compagno di squadra Daniel Abt: a Berlino era stato il contrario.

Terzo posto per Buemi (Renault e.Dams), Bird (DS Virgin) solo nono

Per il brasiliano si tratta del secondo successo di fila. Il 28enne Vergne, alfiere dei cinesi di Techeetah (team cliente della Renault e.Dams), si è classificato quinto. Un risultato largamente sufficiente per assicurarsi il successo visto che Sam Bird (DS Virgin), l’unico che poteva insidiarlo, non è andato oltre la nona piazza. Per il britannico, che lo scorso anno si era imposto in entrambi gli ePrix della Grande Mela, è stato un fine settimana deludente. Sèbastien Buemi era scattato dalla pole, la seconda di questo primo mondiale senza successi, ma si è dovuto accontentare della terza posizione.

Il titolo a squadre della Formula E si assegna solo oggi

Tallonato in quarta dal sorprendente francese della Venturi Tom Dillmann. Delusione in casa Jaguar Panasonic: Mitch Evans era secondo in griglia, ma è rimasto fermo al via. Alla fine si è ritirato come il compagno di squadra Nelson Piquet jr, da sei gare in bianco. Nella serata italiana è in calendario l’ultimo ePrix della stagione, l’ultima con il cambio macchina. Resta da assegnare il titolo a squadre, che per la prima volta non andrà in Francia (tre successi di fila per la Renault e.Dams). La Audi ha rosicchiato 28 punti alla Techeeath, che ha solo 5 lunghezze da amministrare.

Articoli precedente

Renault: un numero crescente d'innovazioni hi-tech, al servizio di tutti

Articolo successivo

Vacanze sicure: ecco come i pneumatici possono salvare la vita