Home»Auto sportive»A Di Grassi il primo ePrix elvetico, Bird riapre la corsa al titolo di Formula E

A Di Grassi il primo ePrix elvetico, Bird riapre la corsa al titolo di Formula E

0
Condivisi
Pinterest Google+

A Di Grassi il primo ePrix elvetico, Bird riapre la corsa al titolo di Formula E

Dopo quattro secondi posti consecutivi, Lucas di Grassi è tornato a vincere in Formula E. Il campione uscente dell’Audi Sport ABT Schaeffler si è imposto nel primo ePrix di Zurigo, quello che ha riportato il motorsport in Svizzera 64 anni dopo l’ultima apparizione. Per la scuderia tedesca è la seconda vittoria consecutiva.

Prima e storica pole per Evans (Jaguar Panasonic)

Il brasiliano era stato il più veloce nella prima sessione delle libere, mancando però la qualifica alla Super Pole. Partito sesto, è stato protagonista di una gara impeccabile culminata nel sorpasso a Mitch Evans, che aveva regalato la prima pole alla Jaguar Panasonic. Il pilota neozelandese è poi scivolato in settima posizione per via una penalità inflitta dai commissari a diversi piloti, incluso Jean Eric Vergne (Techeetah). Con il proprio secondo posto Sam Bird (DS Virgin) ha riaperto il mondiale complice anche il decimo posto del francese, che aveva inutilmente recuperato 10 posizioni (dal 17° al 7° posto).

D’Ambrosio (Dragon Racing) torna sul podio dopo 21 gare

Il vantaggio di Vergne (decimo in Svizzera) era di 40 punti e si è ridotto a 23. Gli ultimi 58 punti sono in palio a metà luglio a New York, dove il britannico aveva vinto entrambe gli ePrix nel 2017. Dopo 21 gare è tornato sul podio Jerome D’Ambrosio (Dragon Racing), terzo dopo una buona qualifica: era partito dalla seconda fila. André Lotterer (Techeetah) ha chiuso quarto dopo aver ottenuto la seconda piazza nella Super Pole. Il tedesco, che assieme a Vergne ha collaudato la prossima monoposto della DS Virgin, si è portato a casa anche il punto del giro veloce. Sébastien Buemi (Renault e.Dams) ha chiuso quinto e Mahindra ha limitato i danni con Nick Heidfeld, sesto.

Di Grassi terzo nella generale, Audi Sport avvicina Techeetah

Felix Da Costa (Andretti) è arrivato ottavo e Oliver Turvey (Nio) ha completato una rimonta quasi straordinaria passando dalla ventesima alla nona piazza. Nella generale, dopo essere andato in bianco nelle prime quattro gare, di Grassi ha guadagnato la terza posizione, ma con 101 punti il titolo non aritmeticamente alla sua portata. Nella classifica a squadre la Audi Sport ABT Schaeffler ha sfilato altre 11 lunghezze ai cinesi della Techeeath: i due team sono divisi da 33 punti.

 

Articoli precedente

Neuville "strappa" a Ogier il Rally Italia Sardegna per soli 7 decimi

Articolo successivo

Anche Musk pensa al profitto: Tesla adesso taglia il 9% dei dipendenti