Home»Auto sportive»Mercedes scioglie le riserve: DTM fino al 2018 e in Formula E dal 2019

Mercedes scioglie le riserve: DTM fino al 2018 e in Formula E dal 2019

0
Condivisi
Pinterest Google+

Nel futuro del motorsport di Mercedes c’è la Formula E, ma non ci sarà più il DTM, il campionato turismo tedesco. La casa con la Stella ha sciolto le riserve e con la sesta stagione, quella del 2019/2020 raggiungerà gli altri due costruttori premium del paese nel circuito elettrico. Audi sarà impegnata direttamente già dal prossimo campionato, quello che scatta con un doppio ePrix da Hong Kong in dicembre, mentre BMW debutterà nel 2018/2019.

Mercedes in Formula E e Formula 1

Mercedes disponeva di un’opzione concordata con la direzione dei circuito riservato alle monoposto elettriche, che ha ora deciso di far valere. “La Formula E – ha chiarito Jens Thiemer, vice presidente Marketing della divisione Cars – è un passo coerente per dimostrare l’affidabilità delle prestazioni di EQ, la nostra marca tecnologica elettrificata a batteria”. Mercedes ha confermato nel contempo la Formula 1, la classe regina del motorsport che le sta riservando enormi soddisfazioni in questi anni.

Finora 182 successi nel DTM

A proposito del DTM, la casa di Stoccarda ha ricordato che gli anni in questa competizione “costituiranno sempre una parte importante della nostra storia nel Motorsport”. Prima dell’addio, alla fine della stagione 2018, l’obiettivo è di vincere quanti più titoli possibile. In 26 campionati, Mercedes ha ottenuto 10 titoli piloti, 13 per team e 6 per costruttori per un totale di 182 vittorie, 128 pole e 540 piazzamenti sul podio.

Campionato elettrico “piattaforma perfetta”

L’esordio nella Formula E viene paragonato da Mercedes ad una start-up. Si tratta di una “piattaforma perfetta” per esibire la capacità competitiva di EQ anche in gara e conferire un aspetto emozionale alla tecnologia elettrificata. Per Alejandro Agag, fondatore e Ceo della Formula E, quello che ha sancito l’ingresso della casa con la Stella nel circuito è un “grande giorno”. Con l’arrivo di Mercedes “aumenta il numero dei costruttori che prendono parte alla rivoluzione elettrica”. “Siamo i testimoni di una svolta – ha concluso il manager – che prima ha trasformato le nostre città e poi le nostre strade. E la Formula E è un campionato che incarna questo cambiamento”.

Articoli precedente

Evora GT430, la Lotus più potente di sempre in soli 60 esemplari

Articolo successivo

Metti un turbo da 1.4 litri e 150 CV e Opel Corsa diventa "S"