Home»Auto sportive»Neuville vince il Rally del Portogallo e balza in testa al mondiale WRC

Neuville vince il Rally del Portogallo e balza in testa al mondiale WRC

0
Condivisi
Pinterest Google+

Neuville vince il Rally del Portogallo e balza in testa al mondiale WRC

Il secondo successo iridato stagionale (l’ottavo in carriera) vale a Thierry Neuville il primato della classifica piloti del WRC: il belga ha vinto per la prima volta il Rally del Portogallo. Il vice campione del mondo è stato bravo a salvaguardare la propria Hyundai i20 coupé, in particolare dopo che i rivali Ott Tänak (Toyota Yaris) e Sébastien Ogier (Ford Fiesta) gli hanno fatta strada.

Due Ford Fiesta sul podio, quelle di Evans e Suninen

Il primo si è dovuto ritirare già venerdì, il secondo è rimasto in gara solo per provare a limitare i danni con il Power Stage senza peraltro riuscire a conquistare alcun punto. Neuville ha assunto il comando della prova lusitana con la settimana cronometrata minimizzando poi ogni rischio. La strategia ha pagato: i 10 punti di ritardo su Ogier con i quali era partito sono diventati 19 di vantaggio (29 su 30 punti in palio). Alle sue spalle si sono pizzati due piloti della scuderia M-Sport con le compatte dell’Ovale Blu: Elfyn Evans, primo podio stagionale, e Teemu Suninen, primo podio iridato in carriera. “Grazie a tutti – ha dichiarato il 24enne finnico – Ci ho messo un anno, ma sono molto felice”.

Rally del Portogallo ancora una volta “ad eliminazione”

A quattro stage dal termine Esapekka Lappi (Toyota Yaris) ha strappato anche la quarta posizione allo spagnolo della scuderia coreana Dani Sordo, che era stato a lungo terzo. Fra i piloti del WRC1 che sono riusciti ad evitare di finire nelle retrovie, ci sono le due guide del Doppio Chevron: Mads Ostberg (che in Portogallo, nel 2012, ha ottenuto l’unica affermazione mondiale) e Craig Breen. Le loro Citroen C3 sono rispettivamente sesta e settima. Kris Meeke ha dovuto ritirarsi sabato, come aveva già fatto Hayden Paddon (Hyundai) il giorno prima.

Il mondiale prosegue in giugno in Italia, sullo sterrato della Sardegna

Neuville torna a casa da primo della classe a quota 119. Ogier e Tänak non sono riusciti a muovere la classifica e sono rimasti fermi rispettivamente a 100 e 72 punti. Alle loro spalle si sono fatti avanti Sordo, nuovo quarto della generale (60), e Lappi (55), quinto. Mikkelsen (54) è stato risucchiato in sesta posizione. Il mondiale della specialità prosegue in Italia tra il 7 ed il 10 giugno con il Rally di Sardegna. Le ultime cinque edizioni sono state vinte dai tre piloti che occupano attualmente il podio virtuale del WRC1: Neuville (2016), Ogier (2013, 2014 e 2015) e Tänak (2017).

Articoli precedente

Abt (primo), di Grassi (secondo) e Audi fanno il pieno nell'ePrix di Berlino

Articolo successivo

Il fuoristrada da bere realizzato da Militem, Jeep Wrangler JIII Mtv Up!