Home»Auto sportive»Rally, la seconda volta di Tanak (Ford). Mikkelsen riporta Citroen sul podio

Rally, la seconda volta di Tanak (Ford). Mikkelsen riporta Citroen sul podio

0
Condivisi
Pinterest Google+

Al volante della sua Ford Fiesta, Ott Tänak raddoppia e sulle strade asfaltate vicino a Saarbrücken ha vinto il secondo rally mondiale della propria carriera. L’estone, alla guida della decima tappa del FIA World Rally Championship 2017, era al comando dal tardo pomeriggio di venerdì. Sia sabato sia domenica ha amministrato l’ampio margine che aveva sugli avversari.

Neuville in bianco perde terreno da Ogier

Adesso è sempre più solo al terzo posto della classifica iridata assoluta. E poiché Thierry Neuville (Hyundai i20 coupé) è rimasto all’asciutto dopo il problema meccanico di sabato, l’estone ha nel mirino anche il secondo posto del belga. Sul podio della gara tedesca sono saliti anche Andreas Mikkelsen e Sébastien Ogier (Fiesta). Il norvegese era alla sua terza gara con una Citroen C3. Il campione uscente era partito in Germania con gli stessi punti di Neuville, ma con i 15 del terzo posto ed i 2 dei power stage, ha allungato in classifica.

Cinque Ford nella Top 10 del Rally di Germania

Ford, che non è impegnata ufficialmente come costruttore, ha piazzato altre 3 auto nella Top 10. Elfyn Evans ha chiuso sesto, Armin Kremer è arrivato nono ed Eric Camilli, con una Fiesta omolgata per il Wrc2, decimo. Il Doppio Chevron gioisce per il secondo podio stagionale e anche per la regolarità di Craig Breen, per la sesta volta quinto. Purtroppo anche Kris Meeke è piuttosto regolare, ma nelle sue premature uscite di scena: 5 ritiri in 9 presenze. Toyota ha piazzato due piloti nei 10: Juho Hänninen, per la terza volta nelle ultime cinque rally, è risultato il migliore del team finnico. È arrivato quarto con la Yaris mondiale, mentre Jari Matti Latvala settimo.

Il WRC riparte in Catalogna tra un mese e mezzo

Esapekka Lappi, vincitore del rally precedente, è incappato in un problema ed ha guadagnato solo i 4 punti del power stage vinto da Dani Sordo per la Hyundai. La scuderia coreana va al riposo “estivo” (un mese e mezzo prima della gara di ottobre in Catalogna) dopo aver perso terreno in entrambe le graduatorie. In quella piloti con Neuville ed in quella costruttori, perché il solo Hayden Paddon è andato a punti con l’ottava posizione. Troppo pochi per tenere l’impressionante passo del team M-Sport.

Articoli precedente

Motor Show: sul sito ufficiale sono già in vendita i biglietti

Articolo successivo

Bugatti Chiron: consegnata la prima negli Usa