Home»Test»Al volante della Cupra Ateca, il suv spagnolo ad alte prestazioni

Al volante della Cupra Ateca, il suv spagnolo ad alte prestazioni

0
Condivisi
Pinterest Google+

Cupra Ateca è il primo modello del marchio ad alte prestazioni lanciato da Seat 8 mesi fa. Il prezzo italiano parte da 44.000 euro, ma la lista di possibili accessori è ricca. I modelli Cupra si possono acquistare presso l’intera rete Seat, ma alcuni dealer disporranno di una particolare “specializzazione”. Cioè degli angoli dedicati.

A Udine, Monza, Como e Firenze dealer “specializzati”

Inizialmente saranno quattro: a Udine, Monza, Como e Firenze. Poi raddoppieranno. Il brand, il cui direttore è l’italiano Antonino Labate, che aveva contribuito al rilancio di Abarth prima di approdare a Ducati e poi a Cupra, avrà 277 concessionari dedicati in Europa. La Cupra Ateca è a trazione integrale e dispone del turbo benzina da 2.0 litri da 300 CV e 400 Nm di coppia. È una versione particolarmente ben equipaggiata del primo suv della casa di Martorell, dove sorgerà anche il quartier generale del marchio.

Guida al “limite” in un tratto di strada chiuso al traffico

Al frontale dispone della griglia a nido d’ape, dei fari Full Led e, naturalmente, del logo Cupra color rame. Al posteriore, invece, esibisce quattro vistosi terminali di scarico. L’assetto ribassato di 10 millimetri della Cupra Ateca è sostanzialmente l’unica misura che distingue il suv dalla Seat Ateca, rispetto alla quale è anche 2 centimetri più lunga. Ma è rilevante soprattutto nelle curve imboccate a velocità elevate consentite per i poco più di 6 chilometri che il costruttore ha fatto chiudere al traffico.

Sterzo progressivo e grande rigidità: anima sportiva

Lo sterzo progressivo, le sospensioni riviste (MacPherson e Multilink) ed anche la trasmissione automatica DSG a 7 rapporti si sono fatte apprezzare. Così come l’impostazione più rigida, che naturalmente assorbe meno le eventuali imperfezioni della strada. Il suv sportivo anche per la famiglia raggiunge i 247 km/h di velocità e schizza da 0 a 100 km/ in 5,2 secondi. I consumi dichiarati nel ciclo misto sono di 7,4 l/100 km. Anteriormente la vista è eccellente e l’abitacolo è estremamente luminoso, soprattutto con il tetto panoramico, un optional da 1.100 euro. Posteriormente, soprattutto nei parcheggi, è comodo disporre dei sistemi di assistenza.

Articoli precedente

Ribassi al rallentatore, ma Eni interviene ancora. Solo sul GPL

Articolo successivo

Toyota Supra: debutterà al Salone di Detroit (NAIAS) 2019