Home»Test»Jeep Wrangler: la regina dell’off-road è sempre lei. E su strada migliora (tanto)

Jeep Wrangler: la regina dell’off-road è sempre lei. E su strada migliora (tanto)

0
Condivisi
Pinterest Google+

Jeep Wrangler: la regina dell’off-road è sempre lei

Ci sono modelli che sono diventati delle vere e proprie icone. Uno di questi è sicuramente la Jeep Wrangler, da sempre sinonimo di fuori strada. Un’auto che pur restando sempre fedele a sé stessa per stile e filosofia, si evolve per essere sempre più pratica e confortevole, specialmente nelle versione a passo lungo e cinque porte Unlimited.

Giunta alla quarta generazione la 4×4 americana cambia molto. Forse a un occhio poco esperto potrà apparire sempre uguale, ma la nuova Jeep Wrangler ha ora un aspetto più possente e tecnologico. A cambiare sono infatti i dettagli: il frontale, per esempio, caratterizzato dalla ormai classica mascherina con sette feritoie ha fari a led (stessa tecnologia per i fanali). Le fiancate sono più muscolose per i caratteristici passaruota squadrati ora più larghi. Diversi sono anche i paraurti, più protettivi.

Concludendo, a non cambiare è il look “squadrato” dell’auto, dato dalle superfici piatte e la possibilità di smontare le portiere e i pannelli di bagagliaio e tetto per guidare l’auto “en plein air”. A questo proposito gli ingegneri della Jeep assicurano di aver rivisto i punti di fissaggio per rendere ancora più pratica e veloce l’operazione.

Jeep Wrangler

Per nulla spartana

Decisamente più evidenti sono le modifiche apportate in abitacolo. Per nulla spartano, adesso accoglie guidatore e passeggeri con una plancia ridisegnata, dal look più moderno e realizzata con materiali di buona qualità. La riprova l’abbiamo avuta nel nostro test in fuoristrada dove anche in mezzo a buche e salti non abbiamo sentito nessuno scricchiolio in abitacolo.

Piacciono la posizione di guida rialzata, il nuovo volante con regolazione anche in profondità, i tanti richiami alla mitica Willys (come il profilo riprodotto sul pomello del cambio) e soprattutto il sistema multimediale con schermo touch da 7 o 8,4”. Tra le diverse funzioni permette di visualizzare il comportamento dell’auto in fuoristrada (mostra i gradi di inclinazione) e, soprattutto, assicura l’integrazione con gli smartphone grazie ad Android Auto e Apple CarPlay.

Ovviamente, per chi ha bisogno di spazio, la versione da scegliere è la Unlimited. Lunga 4,88 metri (una cinquantina di centimetri in più della 3 porte) accoglie comodamente 4 adulti e offre un bagagliaio capiente: il volume varia da 533 a 1044 litri. Sulla 3 porte, invece, si ha giusto lo spazio per riporre un paio di borse morbide…

Jeep Wrangler

Su strada migliora molto

Diciamolo chiaramente: la Jeep Wrangler è una vera fuoristrada e come tale è rimasta. Tradotto: non bisogna aspettarsi il comfort delle moderne suv che invadono le strade. Rispetto alla precedente generazione il comportamento dell’auto è migliorato molto, ma alcune caratteristiche come telaio a longheroni e sospensioni studiate per digerire salti e buche ne limitano le performance su asfalto. Detto che il comportamento è sempre sicuro e prevedibile, tra le curve l’auto cede un po’ a rollio e beccheggio. Il che consiglia di tenere uno stile di guida tranquillo, nonostante lo sterzo rivisto, ora molto più preciso che in passato, inviti a pennellare le curve.

Quello che stupisce è invece il rendimento del cambio automatico a otto rapporti: offre passaggi di marcia sempre dolci e puntuali. Inoltre, si dimostra ben accordato al nuovo 2.2 quattro cilindri turbodiesel da 200 cv (sostituisce il precedente 2.8 di pari potenza), più che sufficiente a muovere con disinvoltura la massa della Wrangler Unlimited (oltre 2000 kg). La Casa americana dichiara una velocità massima di 180 km/h e un tempo di 9”6 per raggiungere i 100 km/h partendo da fermi. Entro la fine dell’anno sarà disponibile anche un nuovo 2.0 turbo benzina da 272 cv, mentre il 3.6 V6 sarà proposto solo per il mercato americano e asiatico. 

Jeep Wrangler

Non la ferma niente

Quella che invece non è assolutamente cambiata è la capacità nell’off-road. Se su strada la nuova Jeep Wrangler convince, con le ruote fuori dall’asfalto stupisce. Specialmente con la versione Rubicon, quella più adatta all’off-road impegnativo. A rendere un vero carro armato la Wrangler sono le sue caratteristiche tecniche, a cominciare dagli angoli in fuoristrada fino ad arrivare alla sofisticata trazione integrale. Con un’altezza da terra di 24 cm la fuoristrada americana può affrontare guadi profondi fino a 76 cm e arrampicarsi praticamente ovunque grazie agli angoli di 35,4° di attacco, 30,7° di uscita e 20° di dosso (riferiti alla Unlimited con passo lungo).

Che ci si muova su fondi compatti o scivolosi, la nuova Jeep Wrangler trova sempre la giusta trazione grazie alla trasmissione a quattro ruote motrici e al cambio con marce ridotte. Nello specifico, Jeep prevede due tipi di trazione integrale per la Wrangler. Command-Trac per gli allestimenti Sport e Sahara. E Rock-Trac per la più specialistica Rubicon. Per tutte c’è la possibilità di passare dalle solo due ruote motrici (quelle posteriori) alla modalità 4×4 con ripartizione automatica tra i due assali o con bloccaggio del differenziale centrale e ripartizione 50:50. Sulla sola Rubinon, invece, si possono bloccare anche i differenziali anteriore e posteriore e disconnettere la barra antirollio anteriore per assicurare una maggiore escursione alle ruote.

Jeep Wrangler

Prezzi da fuori… serie!

La nuova Jeep Wrangler è in vendita in due versioni (3 porte e 5 porte Unlimited) e tre allestimenti: Sport, Sahara e Rubicon. Per chi vuole il top del comfort e dell’eleganza è disponibile il pacchetto Overland per l’allestimento Sahara che comprende grosse ruote da 18”, fari full led, cromature, rivestimento in tinta con la carrozzeria per la ruota di scorta e interni rivestiti in pelle.

Con il nuovo modello migliorano anche le dotazioni per la sicurezza. Oltre agli immancabili 4 airbag (frontali e laterali) e all’esp, ci sono sensori di parcheggio, telecamera posteriore e il dispositivo che avverte della presenza di un veicolo nell’angolo cieco degli specchietti. Rinnovata e migliorata sotto tanti punti di vista, la nuova Jeep Wrangler non è proposta però a prezzi popolari. Si parte dai 48.000 euro per la Sport a 3 porte, mentre per la versione più “gettonata”, la Wrangler Unlimited Sahara bisogna spendere non meno di 55.000 euro.

> GUARDA TUTTI I VIDEO DI YELLOW MOTORI SUL CANALE DI YOUTUBE

 

 

Articoli precedente

Wrong Way Alert: sperimentato sulla Focus il nuovo “salvavita” by Ford

Articolo successivo

Al via le vendite della Opel Corsa GSi