Home»Test»Militem Ram 1500 RX: il pick-up della Dodge parla un po’ d’italiano

Militem Ram 1500 RX: il pick-up della Dodge parla un po’ d’italiano

0
Condivisi
Pinterest Google+

Nasce in Lombardia, a Monza

Militem significa in latino “condottiero” e rappresenta già un primo passo verso l’italianizzazione del “mostruoso” pick-up della Dodge che, pur facendo parte dell’universo FCA, mai e poi mai avremmo potuto vedere in un concessionario ufficiale del Gruppo nel nostro Paese. L’assetto, poi, è stato rivisitato dalla factory brianzola tramite regolazioni un po’ meno americane rispetto alle originali, per dare al mezzo un po’ di guidabilità e agilità in più, anche se circolare per le strade italiane con un incrociatore lungo 5,80 metri, largo e alto più di 2 metri e che, a pieno carico, ha un peso che si avvicina alle tre tonnellate, non è sempre un gioco da ragazzi.

Col gas il consumo diventa umano

Il tocco finale per rendere il Ram 1500 RX più umano è l’offerta  a richiesta di un impianto a GPL che, stando a quanto dichiarato dalla Militem, riduce le spese per il carburante al livello di una 2000 mila turbodiesel. E già, perché sotto il cofano di questo immenso veicolo pulsa un V8 di 5,7 litri da oltre 400 CV che, nonostante abbia di serie il sistema di disattivazione dei cilindri (quando non serve tutta la potenza ne funzionano soltanto 4), non sarebbe certo un esempio di economia di esercizio.  Visto che, oltretutto, è penalizzato anche da una sezione frontale degna di una palazzina di due piani e da pneumatici quasi da “big foot”.

Il divertimento è assicurato

Una volta superate le inibizioni conseguenti alla mole, però, circolare sul Militem Ram 1500 RX è un’esperienza davvero straordinaria: si guida in una posizione panoramicissima, si alloggia in un abitacolo arredato in modo faraonico (grazie anche ad alcune modifiche di allestimento e alle personalizzazioni apportate dalla Militem), e si può contare su una potenza fuori portata per qualsiasi altro pick-up ufficialmente in commercio. Con questi pesi e queste dimensioni non si può pretendere un feedback squisitamente sportivo, ma affondando l’acceleratore, questo Ram rivisitato da Militem guadagna velocità in maniera inaspettata e, tutto sommato, se la larghezza della strada lo consente, ci si possono anche prendere libertà sorprendenti, perché lo sterzo è abbastanza reattivo e ne consegue una guida piuttosto precisa. Si arriva in un attimo alla massima velocità autostradale permessa dal codice, dopodiché la riserva di potenza è ancora tanta e consentirebbe ben altro.

C’è posto per tutto e tutti

L’abitabilità offerta dalla cabina doppia è abbondante per cinque adulti e il confort è ragionevolissimo perché, fatto salvo l’assetto un po’ rigido, l’insonorizzazione è molto curata e anche le gomme supertassellate hanno una rumorosità di rotolamento davvero contenuta. Volendo, poi, sempre se lo spazio a disposizione lo consente, il Miltem Ram 1500 RX può essere inarrestabile fuoristrada, grazie alla trazione integrale, al cambio automatico a 8 rapporti con riduttore, alla possibilità di bloccare il differenziale centrale, all’altezza da terra ragguardevolissima e, volendo, alle sospensioni pneumatiche.

Costa come una berlina di lusso

I prezzo del Militem Ram 1500 RX è di 76.260 euro (o, se preferite, di 62.500 euro Iva esclusa, visto che in linea teorica si tratta di un mezzo commerciale) ai quali andrebbero aggiunti circa 3 mila euro per l’impianto a Gpl, che è un’opzione sensatissima. Poi, naturalmente, le personalizzazioni proposte dalla Militem sono tante e possono far salire le cifre anche di molto. E, anche se questo mezzo non viene importato direttamente da FCA, la garanzia è quella ufficiale del Gruppo.

Articoli precedente

Bonus dipendenti, sfida al rialzo tra Porsche e Bmw. Ma vince Liqui Moly

Articolo successivo

Opel presenta il nuovo Combo e guai a chiamarlo furgone