Home»Test»Peugeot Traveller: un grande viaggiatore, al passo con i tempi

Peugeot Traveller: un grande viaggiatore, al passo con i tempi

1
Condivisi
Pinterest Google+

Il Peugeot Traveller rappresenta la risposta della casa francese alla esigenze di mercato sempre più ampie e differenti. Rinnovato sotto molti aspetti, tale modello va in contro sia alle esigenze dettate da un tipico impiego quotidiano sia alle esigenze lavorative del mondo professionale.

Prendendo in considerazione l’aspetto tecnico, bisogna evidenziare che è stato sviluppato su una variante della piattaforma modulare EMP2 per offrire un buon compromesso fra un comportamento dinamico e consumi contenuti. Inoltre, per aumentare il livello d’insonorizzazione a bordo sono state aggiunte specifiche schiume in abbinamento a strati insonorizzanti aggiuntivi nella struttura e nelle portiere. Le motorizzazioni disponibili sono quattro, tutte appartenenti alla gamma diesel BlueHDi, con potenze comprese fra 95 e 180 cavalli. La trasmissione, a seconda del modello scelto, può essere manuale a sei marce oppure automatica EAT6.

Per tutte le esigenze. In grado di ospitare fino a otto passeggeri, il Traveller è disponibile in molteplici configurazioni e tre differenti “taglie” di lunghezza: Compact da 4,61 metri, Standard da 4,96 metri e Long da 5,31 metri. Gli allestimenti si suddividono in due categorie, una dedicata all’impiego quotidiano (Active, Allure e 4×4 Dangel) e una particolarmente adatta per un utilizzo professionale del mezzo (Business e Business Vip).

Una dotazione completa. Il Traveller propone di serie (tranne Business) il touchscreen da sette pollici, che integra la connessione a device mobili attraverso i protocolli Apple CarPlay e Mirrorlink. Il sistema multimediale, inoltre, offre la navigazione 3D connessa di nuova generazione. Comprende l’aggiornamento gratuito a vita della cartografia quattro volte l’anno e i servizi connessi Peugeot Connect associati per tre anni. Ancora: include le informazioni sul traffico in tempo reale da TomTom Traffic, la localizzazione e i prezzi delle Stazioni di servizio e dei Parcheggi, le informazioni Meteo, la ricerca locale di punti d’interesse (POI), le Zone di Pericolo completano l’offerta in opzione. Non mancano poi una serie di tecnologie al servizio conducente. Per citarne alcune: l’avviso del tempo di guida, l’allarme di attenzione del conducente, la lettura dei segnali stradali con raccomandazione dei limiti di velocità e il monitoraggio dell’angolo cieco.

Su strada bastano davvero pochi chilometri, in sua compagnia, per dimenticarsi completamente del peso e delle dimensioni notevoli. Agile in manovra, il veicolo francese può contare su un motore diesel –provato nella variante da 180 cavalli– corposo e lineare. Ineccepibile anche il comportamento dell’ormai nota trasmissione automatica Eat6, sempre all’altezza della situazione. Anzi, della cambiata. Detto questo, se volete conoscere ulteriori peculiarità sul suo conto, non vi resta che attendere il nostro video-racconto completo.

Prezzi. Il listino parte dai 30mila euro per la versione Compact, in allestimento Business e con motorizzazione BlueHDi da 95 CV, e arriva ai 45.300 euro per la versione Long in allestimento Allure, con motorizzazione BluHDi 180 EAT6.

Articoli precedente

Cento esemplari per il mezzo secolo, Mercedes AMG A 45 4Matic Edition 50

Articolo successivo

Citroën C4 Picasso, primo pedaggio autostradale a guida autonoma