Home»Test»Prova su strada con la Mercedes GLC Coupé, la fuoriclasse della Stella

Prova su strada con la Mercedes GLC Coupé, la fuoriclasse della Stella

2
Condivisi
Pinterest Google+

Definita dalla Casa stessa come una fuoriclasse, la Mercedes GLC Coupé è una vettura pronta a battagliare con blasonate rivali (a voler esser diretti, il principale confronto è con la BMW X4) per affermarsi in una nicchia di mercato in progressiva espansione. Il look aggressivo è accentuato dalle sue particolari forme. Centimetro alla mano questo modello risulta quasi otto centimetri più lungo, e circa quattro più basso, della GLC “normale” con la quale condivide l’architettura di base.

Le apprezzate qualità offerte da un tradizionale Suvcome la grande visibilità, la comodità, la versatilità e una soddisfacente capienza del bagagliaio (1.400 litri)si fondono con delle doti di guida dinamiche, tipiche delle coupé. Prendendo in considerazione le sensazioni trasmesse, non voglio entrare nel dettaglio, in quanto vi racconterò tutto nella video- prova, che andrà in onda nella puntata di lunedì prossimo. Nel frattempo, vi posso anticipare che i contenuti tecnici sono numerosi e tutti di alto livello: l’assetto sportivo di serie si abbina a uno sterzo particolarmente diretto, al DYNAMIC SELECT (per scegliere la modalità di guida maggiormente adatta nelle varie circostanze) all’affermata trazione integrale permanente 4MATIC e all’ineccepibile cambio automatico a nove marce 9G-TRONIC. Volendo si può fare ancora di più e aumentare l’elenco delle finezze scegliendo l’Air Body Control con sospensioni pneumatiche, che abbassano l’assetto di 1,5 centimetri nelle modalità Sport e Sport+.

Un’altra caratteristica particolarmente gradita è data dall’elevata tenuta di strada, anche quando si alzano i ritmi. Parte del merito è da attribuire anche all’azzeccata scelta delle “scapre”. In questa circostanza sono state utilizzate delle Michelin CrossClimate. Senza entrare in tecnicismi complicati si tratta di una gomma con le stesse prestazioni di una tradizionale estiva capace, però, di adattarsi anche a un utilizzo invernale (avendo la certificazione 3PMSF, ovvero 3 Peak Mountain Snow Flake). Insomma, la giusta soluzione per la maggior parte degli automobilisti, che tendono a usare gli pneumatici estivi tutto l’anno. A patto di non affrontare quotidianamente, per l’intera stagione, condizioni metereologiche particolarmente rigide. In tali circostanze sarebbe più opportuno montare delle invernali maggiormente specifiche, come le Michelin Alpin.

Dopo queste brevi anticipazioni, prima di lasciarvi, è doveroso affrontare un ultimo focus, dedicato all’aspetto commerciale. L’attuale gamma motorizzazioni dedicata alla Mercedes GLC Coupé, per il nostro Paese, comprende sei differenti possibilità: a seconda delle proprie esigenze i clienti possono scegliere tra propulsori diesel, benzina e una trazione ibrida plug-in. La versione entry-level è rappresentata dal GLC 200 d Coupé 170 CV, oggetto della nostra. L’offerta diesel comprende inoltre i modelli GLC 250 d 4MATIC Coupé 204 CV e GLC 350 d 4MATIC Coupé 258 CV. Sul versante benzina troviamo invece la GLC 250 4MATIC Coupé 211 e la sportiva Mercedes-AMG GLC 43 4MATIC Coupé, con il suo vigoroso motore V6 biturbo in grado di sviluppare una potenza di oltre 360 cavalli (367 CV per l’esattezza). Dulcis in fundo, l’ibrida plug-in, la GLC 350 e 4MATIC Coupé, raggiunge una potenza complessiva di ben 320 CV. Il listino prezzi va dai 54.330 euro, della GLC 200 d, ai 75.870 euro dell’AMG.

 

Articoli precedente

Due Mercedes d'epoca, le Pagoda, a 10 euro: ma solo da...leccare

Articolo successivo

Skoda Octavia RS da 230 CV e con assetto ribassato di 15 millimetri