Home»Electric»Formula E virtuale, Gunther (Bmw) vince il primo Race at Home Challenge

Formula E virtuale, Gunther (Bmw) vince il primo Race at Home Challenge

0
Condivisi
Pinterest Google+

Quarto nel campionato di Formula E, primissimo in quello virtuale Race at Home Challenge: Maximilian Günther (Bmw i Andretti) è il grande protagonista di questa stagione del campionato elettrico, anche con i simulatori. Appena 22enne, il tedesco ha già vinto un ePrix vero e la scorsa settimana si era aggiudicato la prova generale di Montecarlo della competizione digitale organizzata per raccogliere fondi per l’UNICEF e tenere alta l’attenzione dei tifosi.

Gunther partiva terzo, dietro al poleman Vandoorne

Oggi Günther ha trionfato nella gara virtuale di Hong Kong, la prima di 8 che verranno disputate nei prossimi due mesi, prima che la Formula E possa riprendere. Il tedesco partiva terzo in griglia, perché nelle qualifiche virtuali erano stati più veloci di lui sia Stoffel Vandoorne (Mercedes-Benz EQ), secondo una settimana fa, sia Pascal Wehrlein (Mahindra). Il pilota della casa bavarese ha approfittato di un rocambolesco avvio. Dopo essere subito scivolato in quarta posizione ha guadagnato prima la seconda e, dopo qualche giro, la testa della corsa. Il belga della Mercedes è stato risucchiato al quinto posto, piazzamento che ha mantenuto fino all’arrivo.

Sul podio Cassidy (Envision Virgin) e Wehrlein (Mahindra)

Il podio virtuale di Hong Kong è stato completato da Nick Cassidy, che ha egregiamente sostituito Sam Bird nella scuderia Envision Virgin, e da Wehrlein. I “senatori” del circuito non sono andati benissimo, anche perché il regolamento prevede l’eliminazione dell’ultimo dei piloti in gara a partire dalla terza tornata. All’arrivo i piazzati sono solo 12. Lucas di Grassi (Audi Sport ABT) non è nemmeno riuscito a partire: nelle qualifiche non era comunque andato bene (20°). Jean Eric Vergne (DS Techeetah) scattava dalla terza fila, ma ha avuto problemi di connessione ed uscito di scena prestissimo.

Prova virtuale di Formula E difficile per in “senatori”

André Lotterer (Tag Heuer Porsche), terzo a Montecarlo, è stato fra i primi ad essere eliminato. Nemmeno Antonio Felix Da Costa (DS Techeetah), leader del campionato di Formula, e Sébastien Buemi (Nissan e.Dams) sono riusciti ad evitare la prematura esclusione dalla graduatoria. Tre scuderie (Bmw i Andretti, Mahindra ed Envision Virgin) sono riuscite a piazzare entrambi i piloti nella Top 10: Robin Frijns, quarto, Jerome D’Ambrosio, nono, e Alexander Sims (decimo). Felipe Massa (Rokit Venturi) è andato a punti con l’ottavo posto.

Articoli precedente

Citroën C3: aumenta il numero delle personalizzazioni

Articolo successivo

Mustang Cobra Jet 1400, l'elettrica di Ford per le gare sul quarto di miglio