Home»Electric»Citroen e-Spacetourer, monovolume a 9 posti con 330 km di autonomia

Citroen e-Spacetourer, monovolume a 9 posti con 330 km di autonomia

1
Condivisi
Pinterest Google+

A poche settimane di distanza dalla presentazione dello Jumpy elettrico, il Doppio Chevron esibisce anche la declinazione per il trasporto persone dell’LCV a zero emissioni, il nuovo Citroen E-Spacetourer. Si tratta di un monovolume fino a 9 posti disponibile con 230 o 330 chilometri di autonomia calcolati nel ciclo di omologazione WLTP caratterizzato da logo “ë” sia sul frontale sia sul portellone posteriore nonché dallo sportellino di ricarica nella parte anteriore sinistra e da un rivestimento intermedio sulla calandra.

Porte laterali scorrevoli e telecamera con vista posteriore

La batteria agli ioni di litio è da 50 kWh a 18 moduli nel primo caso e di 75 da 27 nel secondo. L’accumulatore più grande non è disponibile sulla variante più corta. Anche questo modello, come la Ami a due posti fa parte dell’offensiva Electric for All. Le lunghezze sono le stesse del gemello per il trasporto merci: 460, 495 e 530 centimetri. Il nuovo Citroen E-Spacetourer propone soluzioni che consentono di ottimizzare lo spazio a bordo e 15 tecnologie che rendono più sicura la guida. Tra le altre cose ci sono le porte laterali scorrevoli, la telecamera con vista posteriore, la frenata automatica di emergenza, lo head-up display e molto altro.

Citroen e-Spacetourer con tre modalità di guida e 130 km/h di velocità massima

L’altezza non supera i 190 centimetri. Realizzato sull’architettura EMP2, il Citroen E-Spacetourer offre anche il lunotto posteriore apribile. Il costruttore assicura che è “particolarmente adatto alle esigenze dei professionisti (navette, taxi), aziende, club, associazioni e famiglie”. Il veicolo ha tre modalità di guida (Eco, Normal e Power) ed un touchscreen da 7″. Il motore elettrico assicura 136 CV e 260 Nm di coppia e garantisce una velocità massima di 130 km/h. La batteria di trazione è coperta da una garanzia di 8 anni o 160.000 km per il 70% della capacità di ricarica. Il debutto sul mercato è previsto entro la fine dell’anno.

Articoli precedente

Volkswagen Italia, promozione con polizza salute sulle auto non elettriche

Articolo successivo

Più connessa e sicura, la Seat Ateca aggiornata senza i TDI da 1.6 litri