Home»Electric»Mercedes EQC 4×4 al quadrato, prototipo del fuoristrada elettrico estremo

Mercedes EQC 4×4 al quadrato, prototipo del fuoristrada elettrico estremo

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il suv elettrico al quadrato potrebbe arrivare anche grazie alla stampa con tecnologia 3D: un prototipo della Mercedes EQC 4x4x2 è già stato testato nel fango di un circuito di prova della Foresta Nera, in Germania. Si tratta di una versione sviluppata nell’arco di di sei mesi che potrebbe aprire la strada a modelli di serie futuri.

Asseto visibilmente rialzato e parafanghi allargati

L’inedita Mercedes EQC 4x4x2 dispone di parafanghi decisamente allargati e di un assetto visibilmente rialzato. In pratica un suv a zero emissioni in grado di affrontare il fuoristrada più estremo. L’altezza libera da terra sfiora i 30 centimetri (il doppio del modello standard) e la capacità di guado raggiunge i 40 centimetri. Ma il veicolo anabolizzato non teme l’acqua e, anzi, le sue prestazioni sono annunciate perfino più rassicuranti rispetto a quelle dei motori a combustione. Naturalmente perché le parti elettriche sono isolate. La Mercedes EQC 4x4x2 ricorda l’analoga variante estrema della Classe E Wagon esibita due anni fa con 48 centimetri di spazio tra l’asfalto e la carrozzeria.

Mercedes EQC 4×4 al quadrato con cerchi da 20”

La casa con la Stella prova a proporre altri modelli in grado di avvicinare le prestazioni offro ad della Classe G 4×4 al quadrato. I cerchi dalla EQC per il fuoristrada sono da 20”. Dalla “convenzionale” GLC, i tecnici di Mercedes hanno mutuato due modalità di guida per i terreni più difficili. Hanno invece confermato la propulsione a zero emissioni, ossia un’unità elettrica da 150 kW per asse per un totale di 408 e 760 Nm di coppia. La batteria è da 80 kWh e sull’asfalto garantisce una percorrenza che supera i 470 chilometri. Ma in fuoristrada l’autonomia cala paurosamente.

Articoli precedente

Gli organizzatori hanno annullato il Salone di Bruxelles del 2021

Articolo successivo

Audi Q8 TFSI e quattro, due potenze per la settima plug-in di Ingolstadt