Home»Electric»Hispano Suiza Carmen Boulogne, hypercar da 1.100 CV “servita” elettrica

Hispano Suiza Carmen Boulogne, hypercar da 1.100 CV “servita” elettrica

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il gruppo spagnolo Peralada ha “cucinato” la nuova Hispano Suiza Carmen Boulogne, una hypercar  elettrica di lusso “servita” con una potenza di oltre 1.100 CV e 1.600 Nm di coppia. Il modello viene “sfornato” in serie limitata: appena 19 esemplari della Carmen, 5 dei quali nell’ancora più esclusiva declinazione Boulogne. I riferimenti culinari riguardano il fatto che il gruppo è famoso non solo per l’intrattenimento, ma anche per la gastronomia. In Spagna, tra le altre cose, controlla un ristorante stellato e di 12 pluripremiate aziende vinicole.Hispano Suiza Carmen Boulogne

Accelerazione da brivido: da 0 a 100 orari in 2,6 secondi

Nel mondo gestisce 21 ristoranti, otto casinò e sei hotel a cinque stelle tra Europa e America Latina. Con la Hispano Suiza Carmen Boulogne offre qualcosa che va ben oltre l’aperitivo automobilistico. Perché la hypercar a zero emissioni è una “piatto” di prim’ordine con i suoi 1.114 CV, i suoi 290 km/h di velocità di punta e la sua straordinaria accelerazione (da 0 100  in 2,6”). Progettata, sviluppata e prodotta a Barcellona la Hispano Suiza Carmen Boulogne. La vettura deve il suo nome alla H6 Coupé che nel 1021 prese parte a quella che allora era una gara di endurance. Si trattava di 3 ore di corsa attorno alla città francese di Boulogne. Guidata da André Dubonnet, Paul Bablot e Léonce Garnier, la macchina vinse la gara per tre anni di fila, fino al 1923.Hispano Suiza Carmen Boulogne

Hispano Suiza Carmen Boulogne da 1,65 milioni di euro. Tasse escluse

Il motore della Boulogne ha 95 CV in più rispetto alla Carmen “ordinaria”, a confronto della quale pesa anche 60 chilogrammi in meno (1.630 kg). Il risultato è stato ottenuto agli ingegneri ricorrendo alla fibra di carbonio sia per il telaio ausiliario sia per il tetto, ma anche impiegando il CNC per alcune parti e ottimizzando elementi con la sospensioni. L’hypercar monta quattro unità elettriche, due per ciascuna delle ruote posteriori ed una batteria al litio da 80 kWh. Il costruttore dichiara un’autonomia fino a 400 chilometri. Tasse escluse, ogni Hispano Suiza Carmen Boulogne costa 1,65 milioni di euro. Per la realizzazione di ciascun esemplare è prevista una lavorazione di 12 mesi. La prima consegna del GT a due posti da 4,73 metri di lunghezza è in programma nel 2022.

Articoli precedente

Zipse (Bmw Group) nuovo presidente dell'ACEA, subentra a Manley (FCA)

Articolo successivo

In Europa entro un paio d'anni l'elettro suv di Toyota sviluppato con Subaru