Home»Electric»Gunther (Bmw i Andretti) vince l’ottavo ePrix di Formula E. Davanti a Frijns

Gunther (Bmw i Andretti) vince l’ottavo ePrix di Formula E. Davanti a Frijns

0
Condivisi
Pinterest Google+

Il 23enne tedesco Maximilian Gunther (Bmw i Andretti) ha vinto l’ottavo ePrix della sesta stagione della Formula E, il terzo di fila corso sulla pista di Tempelhof, a Berlino. Il giovane pilota ha gestito la gara nel migliore dei modi, passando il poleman e campione in carica Jean Eric Vergne (DS Techeetah) a due giri dalla fine. Per lui si tratta della seconda affermazione.

Sul podio anche Robin Frijns e Jean Eric Vergne

Il tedesco aveva salvato un po’ di energia in più, anche se meno di Robin Frijns (Envision Virgin), che ha provato anche l’attacco finale. Alla fine Günther ha preceduto sia l’olandese sia Vergne, grande protagonista delle qualifiche (quarta pole consecutiva per il team). Antonio Felix Da Costa (DS Techeetah) ha chiuso al quarto posto dopo aver ottenuto il nono tempo ed essere partito ottavo. Punti importanti per lui, che a tre gare dalla fine (90 punti in palio), ne conserva 68 sul secondo, che è lo stesso Günther che ha compiuto un importante balzo in avanti nella classifica piloti. Lucas di Grassi (Audi Sport Abt Schaeffler) non è andato oltre l’ottava posizione. Mitch Evans (Panasonic Jaguar) è finalmente tornato a punti: tre in tutto, due per la nona posizione ed uno per il giro veloce.

La Bmw i Andretti è a 70 punti dalla DS Techeetah

La gara è stata combattuta, anche se avrebbe potuto esserlo anche di più senza una safety car rimasta in pista per 9 minuti per via di un impatto tra Neil Jani (Tag Heuer Porsche) e Sergio Sette Camara (Geox Dragon), in lotta per le posizioni di rincalzo. Domani si corre, sempre con inizio alle 19, il quarto ePrix di Berlino. Da Costa potrebbe già vincere il titolo. Per la sua scuderia, che si è portata a quota 188 (70 in più rispetto alla Bmw i Andretti), il cammino potrebbe essere un po’ più impegnativo. Ma attualmente i due piloti della DS Techeetah sono più competitivi: Alexander Sims, l’altra guida della scuderia bavarese, sembra aver perso lo smalto di inizio stagione.

Articoli precedente

Nissan Magnite, ambizioni planetarie per il suv compatto destinato all'India

Articolo successivo

La DS Techeetah trionfa in Formula E: pole, vittoria, titoli piloti e a squadre