Home»Electric»Problemi allo schermo, Tesla richiama 135.000 auto tra Model S e Model X

Problemi allo schermo, Tesla richiama 135.000 auto tra Model S e Model X

0
Condivisi
Pinterest Google+

Tesla ha accettato di richiamare circa 135.00 tra Model S e Model X. A metà gennaio le autorità americane dell’NHTSA, la National Highway Traffic Safety Administration, avevano sollecitato un’azione per quasi 159.000 vetture. Il problema riguarda il possibile cattivo funzionamento dello schermo capacitivo centrale. Per possibili problemi di memoria, erano stati rilevati problemi e potenziali indicazioni sbagliate.

Il richiamo riguarda quasi il 10% della produzione complessiva

Per l’NHTSA la sicurezza alla guida può essere compromessa. Non a caso in passato l’agenzia federale aveva imposto anche ad altri costruttori di far tornare le auto in officina per problemi analoghi. Il richiamo imposto (e parzialmente accolto) da Tesla è importante perché riguarda nei fatti quasi il 10% della produzione complessiva. Lo scorso marzo la casa californiana aveva festeggiato la produzione della milionesima auto elettrica.

Negli USA Tesla comincerà il richiamo a fine marzo

Nei restanti nove mesi Tesla è riuscita ad assemblare altre 400.000 macchine. Il costruttore ha prodotto a Fremont fra il 2012 e il 2018 (Model S) e fra il 2016 e il 2018 (Model X) le auto oggetto della campagna. Tesla offrirà ai proprietari l’aggiornamento del software e la sostituzione delle schede multimediali. Negli USA il richiamo comincerà il 30 marzo. Non è chiaro se una campagna simile riguarderà anche l’Europa.

Articoli precedente

Uber si "beve" il covid e compra Drizly, l'Amazon dei liquori, per 1,1 miliardi

Articolo successivo

iCar, Apple verso accordo con Kia. Cupertino chiama un manager Porsche