Home»News»Abarth 124 spider: 170 CV per la strada, 300 per i rally FIA R-GT

Abarth 124 spider: 170 CV per la strada, 300 per i rally FIA R-GT

0
Condivisi
Pinterest Google+

E’ un Salone di Ginevra a tutta sportività per il Gruppo FCA, grazie all’Alfa Romeo Giulia, ma per merito anche della Abarth 124 spider. Un’auto che si presenta in doppia veste: stradale, in vendita da settembre a 40.000 euro e da rally, per ora in veste di prototipo ma sviluppata in ottemperanza ai regolamenti FIA R-GT.

La prima ha il suo punto forza principale nel differenziale autobloccante, vera e propria delizia per chi ama la guida in montagna e in pista. Si è lavorato parecchio anche sull’assetto, con ammortizzatori Bilstein, abbinati a molle con taratura specifica e a barre antirollio maggiorate. In ottica track day (chi sarà capace di resistere alla tentazione di portarla in pista?), l’impianto frenante è della Brembo, con dischi rinforzati e pinze in alluminio, quelle anteriori a quattro pistoncini. Il tutto si innesta su una base molto valida, da 1.060 kg di peso, distribuiti perfettamente a metà fra asse anteriore e posteriore e all’interno degli stessi: le premesse per un’agilità a prova di chicane e un feeling di guida totale.

Le prestazioni della Abarth 124 spider, grazie al motore 1.4 turbo MultiAir portato da 140 a 170 CV, dicono velocità massima pari a 232 km/h e, da 0 a 100 km/h, in solo 6,8 secondi. Ultimo, ma non meno importante, il cambio della Abarth 124 spider è manuale a 6 marce o, a richiesta, automatico Sequenziale Sportivo Esseesse, mentre il Drive Mode Selector permette di regolare le risposte della vettura ai comandi e di modificare il sound allo scarico.

Esternamente, le differenze con la 124 “normale” sono nei cerchi in lega da 17″ specifici, nella cornice del parabrezza e nei roll bar verniciati in “Grigio Forgiato” e nei due elementi a contrasto incastonati nel paraurti anteriore: uno è lo spoiler anteriore, l’altro è il tappo del gancio traino, entrambi in color “Rosso Corsa” come le calotte degli specchietti.

L’altra novità dello stand, per ora sotto forma di prototipo, è la Abarth 124 spider rally, dal cui 1.8 turbo gli ingegneri hanno tirato fuori ben 300 CV, oltre ad aver dotato la vettura di varie mappature, selezionabili dal pilota in base allo stile di guida, al fondo stradale e a tutte le variabili che si possono presentare in gara. La concretezza del progetto è testimoniata inoltre da alcuni accorgimenti come la sostituzione degli elementi di “giunzione” delle sospensioni con altri in metallo, meno confortevoli ma infinitamente più resistenti sui salti e sulle sconnessioni del terreno di gara.

Articoli precedente

Audi Q2, il primo SUV compatto premium svelato a Ginevra

Articolo successivo

Volkswagen T-Cross Breeze, il SUV cabriolet per la città