Home»News»ACM City eTaxi ed e.GO, due tascabili elettriche al CeBit di Hannover

ACM City eTaxi ed e.GO, due tascabili elettriche al CeBit di Hannover

0
Condivisi
Pinterest Google+

Doppia novità elettrica a quattro ruote al CeBit di Hannover: la e.GO ed il City eTaxi. Si tratta di due vetture tascabili ma a zero emissioni “figlie” di specifici progetti di ricerca, che in Germania vengono sostenuti anche con generosi incentivi pubblici. Della prima si conosce anche già il prezzo, attorno ai 16.000 euro, 15.900 per la precisione. In realtà, grazie al bonus governativo destinato ad accelerare la conversione alla mobilità alternativa, il costo scende a 11.900 euro. Gli ordini della e.GO verranno aperti a maggio anche se le prime consegne sono previste per l’inizio del 2018. La nuova e.GO misura 3,35 metri di lunghezza ed ha una configurazione di 2+2 posti. È larga 1,7 metri e alta 1,57. L’autonomia con la batteria da 14,4 kWh è di 100 chilometri, ma con quella più grande da 19,2 può raggiungere i 130. Il peso senza batterie è di 650 chilogrammi.

City eTaxi è solo di 5 centimetri più corto (3,3 metri) ma pesa quasi la metà (380 chilogrammi grazie al ricorso a mteriali come alluminio e fribre composite), sempre senza il pacco batteria, inserito sotto il pianale in un ripiano scorrevole che ne consente l’estrazione e la sostituzione. Le proporzioni del quadriciclo (appartiene alla stessa classe della Twizy) sono tuttavia diverse dall’altro veicolo esposto al CeBit: un metro e mezzo di larghezza e 166 centimetri di altezza. La percorrenza dovrebbe però essere superiore ed è annunciata di 120 chilometri con la batteria da 14 kW. I posti sono “solo” tre: uno in posizione avanzata per il guidatore e due per i passeggeri. Il bagagliaio è tale anche di fatto: con i sedili il volume di carico raggiunge i 360 litri, ma senza arriva addirittura fino a 1.300. I test su strada scatteranno a Monaco di Baviera durante il 2017.

Articoli precedente

Terzo suv Seat sviluppato in Spagna, prodotto a Wolfsburg, dal 2018

Articolo successivo

Yokohama: tre nuovi pneumatici per il centenario