Home»News»Airbag, ennesimo maxi richiamo per Toyota (3 mln) e Audi (1 mln)

Airbag, ennesimo maxi richiamo per Toyota (3 mln) e Audi (1 mln)

0
Condivisi
Pinterest Google+

Di solito i richiami numericamente più importanti riguardano gli Stati Uniti, ma questa volta tocca soprattutto a Asia ed Europa: la ragione, invece, ormai da qualche anno a questa parte è sempre la stessa, gli airbag. Toyota e Audi sono costrette a fare tornare nelle officine attorno ai 4 milioni di auto. Il colosso giapponese ha di nuovo problemi con i dispositivi salvavita del fornitore Takata, che in caso di eccessivo calore o umidità potrebbero non funzionare correttamente. L’azione riguarda Corolla e il suv Rav4. Dei 2,9 veicoli da “rivedere”, 750.000 sono stati venduti in Giappone, 650.000 in Cina, 350.000 in Europa e gli altri 1,6 milioni in ulteriori regioni, fra le quali il Sudamerica. Lo scorso ottobre, Toyota aveva dovuto annunciare un’altra massiccia campagna da 5,8 milioni di veicoli, sempre legata agli airbag di Takata.

Audi deve richiamare un milione di suv Q5 sempre per un possibile cattivo funzionamento degli airbag i cui casi sono stati segnalati sui mercati della Cina e di Israele. Il problema riguarda i modelli equipaggiati con con il tetto aprile sui quali l’accumulatore di pressione dei cuscinetti per la testa corre il rischio di essere corroso per via di un non ottimale drenaggio della copertura scorrevole. La Cina è il mercato maggiormente colpito con 570.000 Audi Q5 da richiamare. Negli Stati Uniti i modelli da far tornare nelle officine sono 270.000, in Europa 120.000, quasi la metà dei quali in Germania. Un ulteriore micro richiamo riguarda una serie di altri modelli (A7, A6, A4 e Q7 Model Year 2017, Q5 MY 2017 nonché Golf e Tiguan MY 2016) per i quali il sistema di attivazione degli airbag non corrisponde alle specifiche richieste: i dispositivi coinvolti sono stati forniti da Autoliv, la società svedese i cui volumi sono lievitati con i problemi della rivale Takata. Il numero di Audi coinvolte è quasi “ridicolo”, 5.900.

Articoli precedente

Honda Civic Type-R: driftare è un gioco da ragazzi

Articolo successivo

Citroen C4 Cactus Ouverture, la one off pronta per il deserto