Home»Auto sportive»Alfa Romeo Giulia GTA: la sportiva vestita da corsa

Alfa Romeo Giulia GTA: la sportiva vestita da corsa

0
Condivisi
Pinterest Google+

Nonostante il delicatissimo momento in cui ci troviamo il 2020 rappresenta per l’Alfa Romeo un anno decisamente importante. Il Biscione, infatti, compie 110 anni. Un importante traguardo che il marchio ha voluto festeggiare a dovere, facendo rinascere un modello storico. La Giulia GTA. Speciale declinazione alleggerita della berlina italiana: sulla bilancia pesa 100 kg in meno rispetto al modello d’origine.

La potenza del V6 biturbo in alluminio da 2.9 litri è invece aumentata, passando da 510 a 540 cv. Un valore sufficiente a garantire l’archiviazione dello 0-100 km/h in soli 3,6 secondi. A questo punto non vogliamo ripeterci con dati che sicuramente conoscerete già a memoria, quindi andiamo al “nocciolo” della questione odierna.

L’Alfa Romeo ha realizzato delle livree dedicate per le nuove GTA e GTAm, che riprendono i colori impiegati dalle loro mitiche progenitrici. Tra le più rappresentative la livrea in ocra e bianco, e quella rossa e gialla.

VEDI ANCHE IL NOSTRO TEST SPECIALE –> ALFA ROMEO GIULIA VELOCE: VORREI MA NON POSSO?

Alfa Romeo Giulia GTA

Il colore ocra richiama la 1750 GTAm e la 2000 GTAm con cui Toine Hezemans vinse il Campionato Europeo Turismo rispettivamente nel 1970 e 1971. Per quanto riguarda la livrea rossa e gialla, la scelta dei frontali colorati diversamente nasceva dalla necessità di distinguere i diversi piloti nella stessa gara.

Nell’elaborazione delle livree, il Centro Stile Alfa Romeo ha attinto alla storia del marchio. Il singolo cliente potrà richiedere per la propria vettura una di queste livree, con la ulteriore possibilità di scegliere il numero laterale e un telo coprivettura Goodwool fedele alla livrea prescelta. Le varie combinazioni possono essere visualizzate attraverso l’apposito configuratore online.

In occasione della presentazione dei nuovi “abiti” l’Alfa Romeo ha anche ufficializzato i prezzi di partenza delle sue due sportive: 175 mila euro per la GTA e 180 per la GTAm.

Articoli precedente

Il silenzio dei conducenti, Ford e la riduzione dell'inquinamento acustico

Articolo successivo

Nuova puntata TV: riparte la produzione e riaprono i concessionari