Home»News»Alfa Romeo Giulia anche con il turbo benzina da 200 CV

Alfa Romeo Giulia anche con il turbo benzina da 200 CV

0
Condivisi
Pinterest Google+

Un’altra Alfa Romeo Giulia debutta sul mercato. Si tratta della versione a trazione posteriore equipaggiata con il nuovo turbo benzina da 2.0 litri da 200 CV abbinato alla trasmissione automatica a 8 marce. La nuova Alfa Romeo Giulia è ordinabile da oggi sia come Giulia sia come Super (cioè i due allestimenti entry level della gamma articolata su cinque versioni), con un listino che parte da 40.500 euro, cinquemila in più del modello meno caro.

L’inedita unità è un quattro cilindri in linea interamente in alluminio prodotto nello stabilimento di Termoli su una linea dedicata al Biscione. Il turbo benzina da 2.0 litri ha 330 Nm di coppia ed è accreditato di un’accelerazione da 0 a 100 in 6,6 secondi con una velocità massima di 230 km/h. La percorrenza dichiarata nel ciclo misto è di quasi 17 chilometri per litro. Le particolarità del nuovo motore sono il sistema elettroidraulico di attuazione valvole MultiAir, la sovralimentazione “2-in-1” e l’iniezione diretta con sistema ad alta pressione da 200 bar che, assicura il costruttore, valgono una “risposta particolarmente pronta ai comandi dell’acceleratore e in una notevole efficienza nei consumi”.

L’offerta di Alfa Romeo Giulia è stata ampliata anche da due nuovi pack, Lusso Quercia e Lusso Noce. Entrambi arricchiscono la berlina con contenuti esclusivi come i sedili in pelle pieno fiore disponibili in 4 colorazioni (Nero, Beige, Tabacco e Rosso), la plancia ed i pannelli porta rivestiti in pelle, i sedili anteriori riscaldati con regolazione elettrica a 8 vie, il volante riscaldato, gli inserti in vero legno di Quercia o Noce su plancia, il tunnel centrale e pannelli porta, la cornice cristalli esterna cromata e gli specchi retrovisori esterni ripiegabili elettricamente. Alfa Romeo Giulia è stata determinante nell’aumento dei volumi del Biscione (+34%) in giugno in Italia: nel segmento D, la berlina ha raggiunto già il 12% di quota.

Articoli precedente

Volkswagen, risparmi record con le idee dei collaboratori

Articolo successivo

Nuovo importante richiamo FCA, anche per Renegade e Cherokee