Home»News»Centomila Alfa Romeo Giulia nel 2017. E poi l’elettrificazione

Centomila Alfa Romeo Giulia nel 2017. E poi l’elettrificazione

0
Condivisi
Pinterest Google+

Centomila Alfa Romeo Giulia. È l’obiettivo di vendita del nuovo modello del Biscione fissato da Harald Wester, numero uno (anche) di Alfa Romeo. Il manager tedesco lo ha ufficializzato alla rivista Auto Motors und Sport spiegando che il target riguarda l’anno intero e con tutte le varianti, quindi a partire dal 2017. Wester, almeno per il momento, ha escluso una versione familiare della nuova Giulia, ma già nel corso dell’anno arriveranno non solo nuovi motori e la trazione integrale. Nel terzo trimestre Alfa Romeo presenterà anche un suv compatto: il periodo coinciderebbe con il Salone di Parigi. Dal cilindro del Biscione usciranno poi anche un’altra berlina di taglia grande (sopra la Giulia) ed un altro suv.
Alla domanda se un marchio come Alfa Romeo ha bisogno di sistemi di guida autonoma, Wester ha risposto spiegando che la “guida automatizzata sarà presto quasi standard” e che anche brand come Alfa Romeo, noti per la dinamica di guida, “potranno beneficiare” di questa tecnologia poiché “la gente che abita nei grandi agglomerati urbani deve fare i conti ogni giorno con le code: tutti impareremo ad apprezzare le funzioni di guida autonoma”. Secondo Wester questi sistemi regalano tempo e migliorano la qualità della vita. Circa una Alfa Romeo elettrica Wester è stato più prudente: “Economicamente è difficile, ma sappiamo che dobbiamo poter offrire qualcosa”, ha dichiarato. Ha parlato del vantaggio di disporre dell’esperienza del gruppo citando l’esempio di Chrysler Pacifica plug-nin, presentata in gennaio al Salone di Detroit. “Non voglio dare una scadenza per l’introduzione sul mercato di un nodello elettrico – ha detto – ma sono convinto che entro il 2025 una macchina ogni due delle nostre dovrà disporre di una forma di elettrificazione”.

Articoli precedente

Ferrari Challenge Europe: il via a Monza (con ingresso libero)

Articolo successivo

Toyota Mirai, 100.000 km in Europa con una tonnellata di idrogeno