Home»News»Alfa Romeo Stelvio, prima italiana del 2017 a pieni voti in sicurezza

Alfa Romeo Stelvio, prima italiana del 2017 a pieni voti in sicurezza

0
Condivisi
Pinterest Google+

Alfa Romeo Stelvio è la prima auto italiana ad ottenere le cinque stelle EuroNcap ai crash test sulla sicurezza nel 2017, il programma europeo di cui è partner anche l’Automobil Club d’Italia. In precedenza sia Fiat 500 sia Fiat Doblò si erano fermate a tre. Hanno ottenuto il punteggio massimo anche Hyundai i30, Opel Insignia, Seat Ibiza e Volkswagen Arteon. Con Civic, Honda si è fermata a quattro, mentre pur guadagnando una stella in più rispetto alle prove di inizio anno, la sportiva Ford Mustang si è fermata a tre. Per il gruppo FCA, la quinta serie di verifiche del 2017 ha confermato le attese e le ambizioni che nutre su Alfa Romeo Stelvio, il primo suv del Biscione. Stelvio ha ottenuto il 97% per la sicurezza degli adulti: si tratta del risultato più alto non solo di questa serie di test ma dell’intero anno. Il modello italiano ha si è meritato l’84% per la sicurezza dei bambini, il 71% per quella dei pedoni ed il 60% per i sistemi aggiuntivi. Le “criticità” per Alfa Romeo Stelvio riguardano l’assenza del cofano motore attivo per la protezione del pedone e il sistema di regolazione/limitazione della velocità non conforme ai requisiti del protocollo EuroNcap.

La Mustang ha guadagnato una stella in più grazie agli incrementati sistemi di assistenza alla guida. La nuova gran turismo Volkswagen Arteon ha totalizzato i punteggi migliori per la protezione di bambini e pedoni, entrambi con l’85%, mentre pur non andando oltre le quattro stelle la Honda Civic ha beneficiato dell’88% per i sistemi Adas. Con i30 e Ibiza, Hyundai e Seat dimostrano che la sicurezza può essere trasferita anche sui modelli di classe media. “I risultati di questa tornata di test mettono in evidenza l‘elevato livello di sicurezza attiva e passiva raggiunto dai veicoli nuovi, anche grazie alla collaborazione dei costruttori. Un motivo in più per creare le condizioni di rinnovo del nostro parco autovetture che ha un’età media superiore ai 10 anni”, ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’ACI.

Articoli precedente

Inutili tweet di Trump: negli USA cala l'occupazione nell'automotive

Articolo successivo

Volkswagen e Mercedes nel pallone per essere sponsor della nazionale